Tempo di lettura: 2 Minuti

Halloween all’estero? Ecco 3 modi per festeggiarlo al meglio

Halloween all’estero? Ecco 3 modi per festeggiarlo al meglio

Siete studenti Erasmus o internazionali e volete passare la notte di Halloween in maniera originale? Vi porto in giro per il mondo a scoprire come si

USA: Trump teme la discriminazione contro gli studenti bianchi
Sport e canne, insieme solo al TG USA
A casa con mamma e papà? Anche l’America ci imita

Siete studenti Erasmus o internazionali e volete passare la notte di Halloween in maniera originale? Vi porto in giro per il mondo a scoprire come si divertono i ragazzi durante questa festa dalle radici antiche, che attira sempre più persone.

All Hallow’s Eve (Vigilia di tutti i Santi), è questo il vero nome dell’antica festività celtica di Halloween.
(QUI LE CURIOSITA’ TARGATE FRANCIA!)

Una festa, quella di Halloween, inizialmente pagana per celebrare il raccolto di fine estate, durante la quale si accendevano falò e ci si travestiva da mostri per spaventare gli spiriti cattivi ed i fantasmi. Conosciuta anche come Halloween, viene spesso associata agli Stati Uniti, ma in realtà fu importata qui solo successivamente dai colonizzatori inglesi.

Solo recentemente Halloween sta prendendo piede in Europa e nel resto del mondo ma è un’ottima scusa per ubriacarsi ed andare a ballare con un cappello da strega o con un paio di corna da diavolo.

Attività sempre-verdi e divertenti, ma se siete all’estero e volete fare qualcosa di diverso, o siete solo curiosi di sapere come si celebra in altri Paesi, forse ho quello che fa per voi.

Iniziamo da un Paese a noi vicino, la Romania.

La madrepatria del Conte Dracula offre attività interessanti in questa notte speciale: ogni anno nel castello di Bran in Transylvania, dove secondo il mito viveva il vampiro più celebre del mondo, si svolge une mega- festa (in maschera ovviamente). Con tanto di tour notturni guidati, aperitivo nel parco reale e decorazioni agghiaccianti per le camere ed i corridoi della mansione. E quando andrete a dormire, al sorgere del sole ovviamente, per rimanere nel personaggio dei vampiri, potrete farlo all’interno di una bara.

Spostiamoci ora in Giappone.

In Asia in particolare Halloween è una novità e lo si celebra da pochissimi anni. Nell’isola nipponica, famosa già per i suoi “cosplay” (l’arte di travestirsi da personaggi di videogiochi, anime e film), ai giovani piace sfruttare l’occasione per mascherarsi ed andare in giro per Shibuya, il centro di Tokyo. Qui di sicuro non vi sentirete fuori posto, qualunque sia il vostro costume!
Potete anche passare la notte in un parco divertimenti, come gli Universal Studios, andare nelle case degli orrori ed assistere a performance di ballerini zombie.

Adesso ritorniamo proprio alle origini.

In Irlanda, dove si festeggia Halloween da più di tremila anni, vengono organizzati ogni anno festival stravaganti, tra questo il più famoso ed il più grande in tutta Europa, è quello della città di Derry.
Un intero weekend dedicato ad attività spaventose, come tour per la città dove sono state disseminate proiezioni, installazioni ed opere da brividi; passeggiate lugubri al chiaro di luna nella foresta di St Columb’s park, dove creature mutaforma e luci soffuse vi faranno pensare che abbia preso vita; parate con le maschere tradizionali e per concludere uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Non potevamo aspettarci di meno dalla madrepatria di questa festa terrificante.
Allora, dove pensate di andare quest’anno? Ma soprattutto, da cosa vi travestirete?

Di Alice Fuschiotto

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0