Tempo di lettura: 2 Minuti

Ecco le Università italiane che offrono i migliori orientamenti lavorativi

Ecco le Università italiane che offrono i migliori orientamenti lavorativi

Career Service, Job Placement ed attività organizzate direttamente con le aziende partner: ecco come l'Università ci aiuta a trovare lavoro! Che ansi

L’offerta di stage di Carpisa è diventata bufera
Concerto al buio: Roma, ecco il terzo atto!
Immaturi 3: università..

Career Service, Job Placement ed attività organizzate direttamente con le aziende partner: ecco come l’Università ci aiuta a trovare lavoro!

Che ansia. Sembrava lontano il momento in cui dovevamo iniziare a preoccuparci di queste cose da grandi, a cercare un lavoro, ma sembra proprio che quel momento sia finalmente arrivato. Ma non disperiamoci giovani, sono molte le Università che organizzano iniziative ad hoc per i propri studenti.

Secondo la QS World University Rankings, che si occupa di stilare ogni anno la classifica dei migliori atenei del mondo, sono tre quelli italiani che spiccano nella top200, per quanto riguarda l’occupabilità post-lauream: sono il Politecnico di Milano, l’Alma Mater Studiorum di Bologna e La Sapienza di Roma.

Quali sono i servizi offerti per essersi guadagnati questo titolo?

Milano

Partiamo dal Politecnico di Milano, classificato come migliore università italiana. Qui agli studenti viene fornita un’ampia offerta formativa conciliata con molti sbocchi lavorativi una volta conseguita la laurea. Il Politecnico vanta di un Career Service molto attivo -“Career Service” è un servizio svolto da tutti gli atenei, che sostiene laurenadi e laureati e li guida nella ricerca del lavoro-.

Tra le iniziative ci sono orientamenti personalizzati, supporto per la stesura del CV e scrittura delle lettere motivazionali, organizzazione di fiere legate a settori specifici e ancora, incontri con manager di aziende, workshop e colloqui di lavoro direttamente nella propria sede, durante la Settimana del Recruiting (“Recrutamento”, dicono tutto in inglese perché sono di Milano). Non a caso secondo delle recenti indagini il Politecnico milanese ha un invidiabile tasso di occupabilità del 93,2% a 12 mesi dalla laurea.
Figura chiave per questo successo è il Career Advisor, che suggerisce allo studente come muoversi in base a ciò che gli è più adatto, condividendo con lui una lista di aziende e professioni che più potrebbero interessargli.

Bologna

A Bologna, all’Alma Mater Studiorum, non bastava solo distinguersi per la sostenibilità, la varietà dei corsi offerti e dei servizi per gli studenti. Chi esce da qui ha un tasso medio di occupazione del 76,6% a un anno dal conseguimento della laurea magistrale. L’ateneo fornisce numerosi momenti di incontro con le aziende, workshop e svolge attraverso i suoi consulenti del lavoro abbinamenti tra i profili ricercati ed i CV dei laureandi e dei laureati.

Roma

A Roma invece, è La Sapienza tra le prime 100 università al mondo per occupazione. Nonostante abbia un numero molto maggiore di iscritti rispetto ai due di cui abbiamo parlato finora. La Sapienza utilizza un portale, Jobsoul, fatto apposta per mettere in contatto i suoi studenti con le aziende. È un servizio aperto, ciò vuol dire che anche i laureati ne possono usufruire senza scadenze. Inoltre per salvaguardare gli utenti, vi è un controllo costante dei profili ed una black list con comportamenti scorretti che sono stati segnalati.

Insomma giovani, è arrivato il momento di andare a cercare il vostro Career Advisor!

Di Alice Fuschiotto

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0