Tempo di lettura: 3 Minuti

Precari, Natale & un posto fisso che non arriva: slitta ancora il concorsone

Oltre 200mila docenti attendono con ansia la prova che potrebbe cambiar loro la vita. Il Ministero, però, comunica un ulteriore slittamento a data da

Tra incertezze e speranze, il nuovo concorso Buona Scuola
Via al Concorsone (finalmente)
Il concorso scuola docenti 2016 sta continuando a mietere molte vittime

Oltre 200mila docenti attendono con ansia la prova che potrebbe cambiar loro la vita. Il Ministero, però, comunica un ulteriore slittamento a data da destinarsi.

Neanche il tempo di smaltire Pandori e Panettoni ed ecco che per gli oltre 200mila precari si torna a parlare di Inferno. Eppure il Ministero aveva regalato una buona notizia per Natale, dicendo d’aver sbloccato i fondi per per poter procedere con i pagamenti delle supplenze brevi degli ultimi mesi del 2015. Certo poi lo stesso Ministero aveva detto d’aver dimezzato le posizioni di sostegno rispetto ai numeri precedentemente anticipati dal Sottosegretario Faraone, scendendo da 10.900 a poco più di 5mila. Poi ancora, pero, sempre il Ministero aveva dato il benestare all’autorizzazione delle assunzioni stabilendo il numero certo di cattedre disponibili, cioè 52.828 posti comuni + 57.766 + 5.118 di potenziamento = 63.712! Va poi aggiunto che il Ministero ha congelato solo 30mila posti per le Graduatorie ad Esaurimento. Sì, ‘solo’, perchè in origine dovevano essere la metà di 90mila, quindi 45mila ma poi grazie anche al nuovo piano di assunzioni, che comunque non ha risolto la situazione, si è deciso di abbassare questa cifra. Non ci si capisce più nulla con questo Ministero. Tra buone notizie e mazzate colossali, i precari navigano in acque tutt’altro che limpide.
L’ultima raggiante novità (da leggersi con la giusta dose di ironia) è arrivata in queste ore. Il bando che prevede ripartizione dei posti, contenuto delle prove e tabelle di punteggio non arriverà prima della fine di gennaio (forse!). Dita puntate contro l’ennesimo ritardo nell’approvazione del nuovo regolamento sulle classi di concorso, che deve ancora passare il vaglio del Consiglio dei Ministri e della Corte dei Conti. Tempi geologici all’orizzonte. Se poi pensi che ‘La Buona Scuola’ (la legge 107 per fare i precisi) aveva fissato come deadline il 1° dicembre puoi ben capire perchè la gente sia esasperata. Calcolatrice alla mano, si è verificato un ritardo di oltre 2 mesi. Malino direi.
Oggi è l’ultimo giorno dell’anno, speriamo che queste siano anche le ultime brutte notizie.

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0