Tempo di lettura: 1 Minuti

#FacceCaso & 4 chiacchiere con la giovane scrittrice Silvia Brindisi

#FacceCaso & 4 chiacchiere con la giovane scrittrice Silvia Brindisi

Ha da poco pubblicato il suo libro di fiabe per bambini "Amicizie Magiche". Noi di FacceCaso abbiamo fatto quattro chiacchiere con lei per farci racco

Bambini in quarantena: arriva il cartone dell’Uni S.Raffaele che spiega la pandemia
Federer e le sue 81 scuole
Natale dal mondo

Ha da poco pubblicato il suo libro di fiabe per bambini “Amicizie Magiche”. Noi di FacceCaso abbiamo fatto quattro chiacchiere con lei per farci raccontare tutto sul suo lavoro e sulla sua carriera.

-Ciao Silvia, benvenuta nel mondo FacceCaso. Partiamo dalle origini: come è venuta fuori la voglia di scrivere un libro di fiabe per bambini?

Allora il libro per bambini è nato in modo spontaneo e non programmato, infatti l’ho
scritto in due serate. Mi sono fatta coinvolgere dalle emozioni che vivevo in quel momento, visto inoltre che non era un bel periodo molto positivo per me.
Lavorando con i piccoli e avendo nipoti, il loro mondo dolce, semplice, fragile e colorato mi ha sempre affascinato. Parlano e comunicano senza filtri e mi hanno insegnato molto .
Penso sia molto importante non fargli mai perdere la voglia di sognare, perché i bambini hanno bisogno cose semplici, belle,non solo materiali.
È importante trasmettergli sin da piccoli l’importanza della lettura,fargli scoprire questo mondo da poter condividere anche con i genitori e coltivare negli anni, perché leggere gli permette di scoprire nuove emozioni e vedere cose con occhi diversi.

-Senti ma da cosa nasce, invece, la scelta di realizzare storie molto brevi?

Ho voluto scrivere storie brevi e coincise perché il mio intento da subito è stato quello di arrivare
al lettore in modo diretto con le mie emozioni, condividendole al meglio, e soprattutto sperando che gli siano piaciute e gli abbiano trasmesso qualcosa.

-Parliamo un po’ di te dai. Raccontaci qualcosa del tuo percorso.

Allora mi chiamo Silvia, ho 36 anni e sono di Roma. Amo scrivere, leggere e viaggiare.
Mi sono laureata nel 2010 in educatore professionale di comunità presso l’Università di Roma Tre.
Ho svolto diversi tirocini formativi ed esperienze lavorative in vari settori del sociale (dai minori in difficoltà, adulti e minori disabili, tossicodipendenti liberi e detenuti).
Inoltre ho svolto volontariato presso la comunità terapeutica Villa Maraini e anche all’interno del carcere di Regina Coeli, per due anni.
Nel 2009 ho collaborato a scrivere un libro inerente al mio libro che si chiama “Prevenzione e qualità della vita.
Il ruolo degli educatori nel lavoro con i minori”(Kappa edizioni).
Nel 2015 verso fine anno ho pubblicato “Amicizie Magiche”, e sono stata molto felice di averlo pubblicato.

-Qual’è l’artista/letterato che per te è un punto di riferimento?

Ho diversi punti di riferimento da Pirandello, P. Coelho oppure K.Hosseini.

-Dai regalaci un’anteprima: hai qualche altro libro/progetto in cantiere?

Si uno già l’ho scritto, e spero di pubblicarlo presto, ma non è per bambini, poi ne ho diversi in mente, però sempre per grandi, ma questo non vuol dire che smetterò di scrivere per i piccoli.

-Silvia, grazie della bella chiacchierata. Lascia un saluto ai lettori di FacceCaso!

Intanto voglio ringraziarti per la gentilezza e lo spazio che mi hai dato.
Spero che i lettori compreranno il mio libro, per leggerlo ai loro figli o nipoti e che gli piacerà.
Inoltre si trova online su ibs.it, amazon, LaFeltrinelli, ebay, Mondadoristore,se volete saperne di più di me e del mio mondo potete vistate il mio sito www.SilviaBrindisi.it, e la pagina Facebook del mio libro è “Amicizie Magiche”, dove metto sempre aggiornamenti con le varie novità!!
Mi raccomando piccoli e grandi non smettete mai di sognare e se ci credete rendete reali i vostri sogni.
Un saluto a tutti!

Silvia.

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0