Tempo di lettura: 2 Minuti

Irlanda: tutti pazzi per il prof. italiano

Il nuovo “eroe dell’insegnamento” è firmato made in Italy. Chi di voi non ha mai sognato un prof. divertente, brillante e alternativo? Qualcuno con cu

Scopri qui le città con la migliore movida notturna in assoluto!
Ragazzi, da dove vengono gli studenti stranieri che arrivano in Italia?
Vacanza studio per l’ inglese? Certo che sì, ma da soli

Il nuovo “eroe dell’insegnamento” è firmato made in Italy.

Chi di voi non ha mai sognato un prof. divertente, brillante e alternativo?
Qualcuno con cui le eterne ore di lezione passassero in un batter d’occhio, qualcuno che ti facesse amare una materia che non avresti mai pensato ti potesse piacere.
Ebbene, la risposta alle vostre preghiere sembra esistere, ma vive in Irlanda.

Si tratta di Luca Longo, un professore 35enne specializzato in informatica e intelligenze digitali, proveniente da Varese che proprio domani sarà premiato, direttamente dal Ministero dell’Istruzione irlandese, con il prestigioso premio di National Teaching Hero 2016.

A votarlo, gli studenti del Dublin Institute of Technology, innamorati della sua capacità di entrare a contatto con lo studente e di saperlo coinvolgere. Insieme ad altri 36 colleghi, selezionati fra più di 800 candidati, sarà ufficialmente coronato “eroe dell’insegnamento” nel bellissimo castello di Dublino.

“Quando sono arrivato qui parlavo inglese a un livello poco più che scolastico. Insegnare in una lingua che non è la tua richiede impegno e fatica, ma adesso sono davvero soddisfatto”.

Una fiducia vinta a colpi di domande, battute, video, grafici e diapositive che durante le sue ore sembrano non lasciare scampo allo studente, immergendolo da testa a piedi in una lezione attiva e partecipata, in cui, stranamente, i cellulari rimangono dimenticati nelle borse.
È quindi questo il segreto del suo successo, delle aule stracolme e affollate ma soprattutto della stima nutrita dai propri allievi.

“So bene, essendo stato uno studente, che un rapporto diretto e meno formale aiuta. Quando gli allievi si sentono coinvolti imparano di più, quindi a volte indulgo in video o racconti. Secondo la mia esperienza raccontare storie e aneddoti aiuta molto a focalizzare”.

Ti aspettiamo anche in Italia prof!

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0