Tempo di lettura: 2 Minuti

Mappatura di Amianto nelle scuole, via all’Asbesto 2.0

Mappatura di Amianto nelle scuole, via all’Asbesto 2.0

Come sconfiggere un prodotto così nocivo per l’uomo partendo anche dalle scuole. Domani sarà presentato un progetto di riqualificazione ad Alessandri

Torino e l’Università: aule con Amianto
Amianto nel cortile della scuola, siete pazzi?
Stop all’amianto nelle scuole

Come sconfiggere un prodotto così nocivo per l’uomo partendo anche dalle scuole.

Domani sarà presentato un progetto di riqualificazione ad Alessandria, Pisa e Avellino che si chiama Asbesto 2.0, che per chi non lo sapesse è il nome arcaico dell’Amianto (io non lo sapevo, #FacceCaso). Si tratta infatti di una mappatura delle scuole che hanno un qualche residuo di amianto usando le migliori e nuove tecnologie di rilevamento.

Tutto inizia da un vecchio decreto del 2003 che istituisce l’obbligo di mappare tutte le presenze di amianto e ogni anno la regione deve presentare un resoconto di tutti i residui a Giugno di ogni anno. È un progetto avviato anche con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente che si sta attivando per risolvere il problema di questa sostanza ultra-nociva da molto tempo ormai.

Ed è proprio il ministero dell’ambiente che ha pubblicato un bando per la definitiva bonifica degli edifici scolastici che scadrà il 30 Aprile 2017. L’innovazione del progetto sviluppato in queste tre città sta nel metodo di individuazione che consiste in droni di ultima generazione che se riusciranno nell’impresa saranno impiegati a livello nazionale.

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0