Tempo di lettura: 3 Minuti

Ecco il Concertone: tutte le news sul Primo maggio di San Giovanni

Ecco il Concertone: tutte le news sul Primo maggio di San Giovanni

Tra grandi artisti e nuovi gruppi, scopriamo le novità dello storico Concertone del Primo maggio. Festa dei lavoratori, ma ormai in piena tradizione

Autodraw, diventare artisti con Google
E dopo lo smartphone ecco i computer: Pixelbook per Google
Allarme Apple: i melafonini creano dipendenza

Tra grandi artisti e nuovi gruppi, scopriamo le novità dello storico Concertone del Primo maggio.

Festa dei lavoratori, ma ormai in piena tradizione anche dei cantanti. Eh si, perché il concertone di oggi è l’appuntamento immancabile per gli amanti della musica, che come ogni anno potranno godersi lo spettacolo di grandi cantanti e realtà emergenti, in un mix di festa, giovani e allegria che popolerà per tutta la giornata piazza San Giovanni, a Roma.

Promosso come da tradizione da Cgil, Cisl e Uil, lo show per la “Festa dei lavoratori”, quest’anno vedrà grandi sponsor. Sono infatti Coop, Unipol, Eni, Poste italiane e Vigorsol a raccogliere il testimone di partner.
Ma invece quali saranno i cantanti che si alterneranno sul palco? Nella scaletta che comincerà alle 16, per terminare verso le 24, sono previsti big della musica.

Francesco Gabbani, vincitore di San Remo, ma sempre dall’ultimo Ariston altri artisti, quali Fabrizio Moro, Ermal Meta, Samuel e Rocco Hunt, con un anteprima del suo nuovo singolo Kevvuò.

Ma non si finisce qua, perché i fortunati che assisteranno si beccheranno pure gli Editors, Edoardo Bennato, Planet Funk, Public Service Broadcasting e ancora, Bombino, Levante, Motta, La Rua, Ara Malikian, Marina Rei e la ban di Benvegnù.

Grandi attese poi per il cantautorato di Brunori Sas, Lo Stato Sociale, Le luci della centrale elettrica e gli Ex-Otago.
Per finire Sfera Ebbasta, Maldestro, Artù, Braschi, Geometra Mangoni, Ladri di carrozzelle, Orchestra popolare del saltarello, Giovanni Guidi e Mimmo Cavallaro.

A condurre Camila Raznovich e Clementino. Voi sarete sotto il palco?

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0