Tempo di lettura: 2 Minuti

Juvenes Translatores: let’s do it!

Juvenes Translatores: let’s do it!

Giovany translatores volano a Bruxelles! L’UE premia le competenze linguistiche degli studenti europei. Che bello essere multilingual o translatores!

L’Occidente che attenta a se stesso
Garanzia Giovani: il Belgio un esempio virtuoso
A Molenbeek, nel quartiere simbolo del terrorismo di Bruxelles, apre il museo Mima. Questa storia ci piace

Giovany translatores volano a Bruxelles! L’UE premia le competenze linguistiche degli studenti europei.

Che bello essere multilingual o translatores!

Lavoro = lingue! Ebbene si cari giovany, come è ormai noto, tra le competenze più importanti per riuscire nella ricerca di un lavoro ci sono certamente quelle linguistiche.

A parte la propria madrelingua, è fondamentale parlare fluentemente l’inglese e se si riesce ad imparare e coltivare altre lingue straniere, ben per voi. Più lingue si sanno, meglio è!

Saper leggere, scrivere e dialogare in un’altra lingua, ed allo stesso tempo saper riportare nella propria quanto viene prodotto altrove, rappresenta infatti uno degli elementi che le aziende vedono con maggior interesse nei giovany candidati, che si affacciano nel mondo del lavoro. Per questo, acquisire una buona conoscenza di una lingua straniera è sempre la miglior strategia per ampliare il proprio bagaglio.

Grazie UE

Vicina a questa esigenza dei giovany, la Commissione Europea ha confermato la prossima edizione del classico concorso Juvenes Translatores, una competizione basata sulla traduzione, alla quale partecipano ogni anno centinaia di giovany provenienti dai 24 Paesi dell’Unione.

Perché?

Lo scopo da parte dell’UE è proprio quello di stimolare i più giovani nell’apprendimento delle competenze linguistiche e guidarli verso un sentimento di apertura e condivisione degli orizzonti nazionali.

Giovany traduttori

In particolare, il concorso si rivolge agli studenti ed alle studentesse delle scuole superiori nati nel 2002. Gli iscritti potranno scegliere le lingue con le quali vogliono competere. La traduzione nella quale essi si cimenteranno avrà luogo nella scuola di appartenenza, e contemporaneamente in tutto il territorio europeo.

Si parte!

Infine, i vincitori saranno premiati con un viaggio a Bruxelles a spese della Commissione, assieme ad un accompagnatore ed un docente della propria scuola. In questo modo, gli studenti avranno la possibilità di entrare a conoscere il mondo delle istituzioni europee ed entrare in contatto con Traduttori professionisti che vi operano.

Quando?

Per partecipare al concorso, le scuole devono avanzare la propria iscrizione entro il 20 ottobre 2019 e selezionare successivamente dai 2 ai 5 studenti che gareggeranno.

Cosa aspettate, giovany? Mostrate subito ai professori, già il primo giorno di scuola, il vostro interesse a parteciparvi e non perdete questa grandiosa occasione!

 

Good luck! Bonne chance! Viel Glück! Buena suerte! Powodzenia! Mult noroc!

#FacceCaso

Di Costanza Panti

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0