Tempo di lettura: 1 Minuti

Giovany, sono tornata nei musei dopo mesi! Ecco le mostre da visitare a Roma

Giovany, sono tornata nei musei dopo mesi! Ecco le mostre da visitare a Roma

Approfittando della zona gialla, dove i musei sono aperti, sono andata a visitare una mostra. Ecco la mia guida di quelle in corso in questo periodo a

Disabilità? Nessun problema, ci pensa MyVoices!
Tinder U sbarca in USA
Brunori Sas: dalla musica al teatro, il nuovo step del cantautore calabrese

Approfittando della zona gialla, dove i musei sono aperti, sono andata a visitare una mostra. Ecco la mia guida di quelle in corso in questo periodo a Roma per i Giovany che vogliono passare un pomeriggio diverso!

Il Lazio è in zona gialla da qualche tempo e, dopo molti dibattiti sul tema, il Governo ha deciso dal primo febbraio di riaprire i musei in settimana (e non nel weekend) nelle regioni di questo colore. Ho approfittato del mio venerdì pomeriggio libero per visitare una mostra. Mi è sembrato doveroso, essendo una grande appassionata dell’arte in tutte le sue forme, dare il mio supporto ad un settore così colpito dalle conseguenze negative che la pandemia ha generato.

Per chi come me vive a Roma ho redatto una piccola guida con alcune delle mostre attualmente in corso a Roma con qualche aggiunta dei musei must assolutamente da non perdere se non avete ancora avuto modo di visitarli. Chi come me volesse passare un pomeriggio diverso potrà farlo immergendosi nell’arte contemporanea, nella street art di Banksy o scegliere qualcosa di più classico!

Eccole qua:

  1. “Banksy, a Visual Protest” al Chiostro del Bramante: Non c’è bisogno di presentazioni per il famosissimo “street artist” inglese, che torna con la mostra iniziata a settembre e interrotta dalla seconda ondata al Chiostro del Bramante. Sono esposte oltre 100 delle sue opere di protesta e denuncia politica, che hanno riscosso un successo strepitoso in tutto il mondo. Da non perdere probabilmente la sua opera più famosa “Girl with a balloon” oppure “Love is in the air”.
  2. Quadriennale di Roma, “Quadriennale d’arte 2020 FUORI” a Palazzo delle Esposizioni curata da Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol. L’allestimento propone un viaggio in opere di arte contemporanea che spaziano dagli anni ’60 ad oggi, con una forte presenza femminile. FUORI è una mostra che unisce forme molto diverse di arte, dalla pittura, alla scultura, passando per la fotografia, il video e il disegno. La mostra fornisce una rilettura dell’arte italiana inaspettata, esplorando generazioni diverse che hanno operato in vari settori della creatività.
  3. Galleria Borghese. Non sono ancora riuscita a vedere il piccolo e raccolto Museo all’interno del parco di Villa Borghese, che mi sono ripromessa di visitare in una giornata di sole, quando approfitterò per fare un giro nel parco. Ospita una collezione di capolavori da togliere il fiato, tutti raccolti nel piccolo spazio del museo. Potrete trovare opere di Caravaggio, del Canova, Bernini, di Raffaello, Tiziano e tanti altri.
  4. I Musei Capitolini. Troveremo varie mostre ospitate al loro interno, tra cui“I marmi Torlonia. Collezionare capolavori” storia del collezionismo dei marmi antichi, romani e greci. Il restauro è a cura della Fondazione Torlonia con la partnership di BVLGARI che è anche il main sponsor della mostra. Si potrà anche visitare, fino al 2 maggio, l’esposizione “Il Tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione Roberto Longhi”, ospitante il celebre dipinto “Ragazzo morso da un ramarro”.

#FacceCaso

Di Beatrice Offidani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0