Tempo di lettura: 3 Minuti

Intelligenza Artificiale in parrocchia: parroco a Torino ospita studenti per un concorso

Intelligenza Artificiale in parrocchia: parroco a Torino ospita studenti per un concorso

Alcuni studenti universitari hanno allestito un laboratorio di intelligenza artificiale in parrocchia per partecipare al concorso sui cambiamenti clim

Cambiamenti climatici: vi presentiamo il progetto “Mahres”
How I Met Taiwan, Capitolo 9: l’ecologia
Emergenza clima? C’è un Master per gestirla

Alcuni studenti universitari hanno allestito un laboratorio di intelligenza artificiale in parrocchia per partecipare al concorso sui cambiamenti climatici.

Don Luca Peyron non è solo il sacerdote della parrocchia della Madonna di Pompei, ma anche il coordinatore del Servizio per l’Apostolato Digitale dell’Arcidiocesi di Torino. E per questo motivo, quando alcuni studenti gli hanno chiesto il permesso per allestire un laboratorio di intelligenza artificiale in parrocchia, non ci ha pensato due volte ad accoglierli.

A fine estate, gli studenti avevano bisogno di uno spazio per poter sperimentare la propria idea ma, causa covid, i laboratori dell’università erano chiusi. Avevano bisogno di incontrarsi per elaborare il loro progetto per partecipare alla competizione Project X, ospitata dall’Università di Toronto, dedicata alle soluzioni d’intelligenza artificiale per la risoluzione di problemi climatici.

Così hanno chiesto aiuto a Don Peyron, che ha dato loro uno spazio in parrocchia. Gli studenti hanno lavorato ad un progetto per prevedere l’evoluzione e la diffusione degli incendi, arginarli, controllarli, spegnerli e individuarne cause e punto di inizio, utilizzando leggi della fisica e intelligenza artificiale.

Nella competizione, i ragazzi si sono confrontati con i migliori studenti delle università di tutto il mondo, e il risultato è stato un successo. Il loro progetto è stato ritenuto geniale, verrà pubblicato e avranno la possibilità di prendere parte ad una conferenza mondiale per presentarlo. Un docente del MIT di Boston è entrato in contatto con loro per collaborare.

Con degli studi sull’intelligenza artificiale in parrocchia, questi studenti hanno realizzato un grande progetto che ha ricevuto enormi apprezzamenti e che potrebbe divenire determinante per la lotta al cambiamento climatico. Non possiamo fare a meno di riflettere sul significato di questa storia, che dimostra l’importanza della collaborazione e del dialogo di società, comunità, aziende ed istituzioni con il mondo universitario. Istruzione e ricerca sono fondamentali per investire nel lavoro delle giovani generazioni.

#FacceCaso

Di Luca Matteo Rodinò

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0