Tempo di lettura: 1 Minuti

Scuola fatti #coRAGGIo: a Roma ci pensa il Movimento 5 Stelle

Il nuovo sindaco di Roma ha riservato una particolare attenzione ad una tematica che ci riguarda da vicino: la scuola. Entriamo nel dettaglio e cerchi

Stanco delle solite vacanze natalizie? Prendi il volo e fai un’esperienza di volontariato a Natale!
Alfieri della Repubblica under 20: i giovani da cui prendere esempio
Molestie sulle donne: boom di denunce a Torino grazie a Instagram

Il nuovo sindaco di Roma ha riservato una particolare attenzione ad una tematica che ci riguarda da vicino: la scuola. Entriamo nel dettaglio e cerchiamo di capire insieme quali saranno le linee di azione del Movimento 5 stelle al riguardo. #FacceCaso!

La lunga lotta tra titani per decidere le sorti di Roma è giunta al termine. La Capitale ha un nuovo sindaco e il suo nome è Virginia Raggi. Con il 67,2 % di voti, la candidata del Movimento 5 stelle trionfa su Giachetti e diventa di diritto la prima donna, oltre che la più giovane a guidare la Capitale. Di lei si è parlato molto, tutti sanno che è romana, avvocato, 37 anni, un figlio a carico e la voglia di cambiare il mondo.. quello che è passato in secondo piano però (come spesso capita in queste occasioni), è il suo programma politico e la particolare attenzione che Virginia ha riservato ad una tematica che ci riguarda davvero da vicino: la scuola. Entriamo nel dettaglio e cerchiamo di capire insieme quali saranno le linee di azione del Movimento 5 stelle al riguardo.

  • Richiesta al Governo di esclusione dal Patto di Stabilità degli investimenti riconducibili alla scuola.
  • Ridurre le liste d’attesa asili nido e scuole infanzia.
  • Garantire il diritto all’accesso ai servizi a tutti i cittadini.
  • Promuovere programmi e percorsi educativi finalizzati alla valorizzazione di comportamenti virtuosi per la gestione e condivisione dei beni pubblici.
  • Favorire i servizi per alunni e studenti con disabilità.
  • Incentivare la mobilità scolastica alternativa.
  • Potenziamento dei servizi di controllo e gestione degli appalti per la refezione scolastici.
  • Riorganizzare il servizio di refezione scolastica per favorire l’economia locale, il minimo impatto ambientale e la corretta educazione alimentare.
  • Pianificare e programmare la manutenzione degli spazi verdi esterni prevedendo interventi periodici di sfalcio, potatura e disinfestazione affinché siano sempre disponibili, curati e sicuri per il loro utilizzo.
  • Pianificare e programmare la manutenzione degli edifici scolastici, al fine di evitare situazioni di urgenza ed emergenza, programmando gli interventi e allocando per tempo le risorse finanziarie.
  • Predisporre ed emanare il Regolamento per gli Assistenti Educativo Culturali al fine di consentire un adeguato, soddisfacente e funzionale rapporto educativo e didattico con gli alunni con particolare attenzione all’integrazione degli alunni disabili.
  • Valorizzare le strutture formative gestite da Roma Capitale con strumenti in grado di offrire ai giovani la possibilità di frequentare percorsi formativi rientranti nell’obbligo scolastico, con sbocchi verso le professionalità più richieste dal mercato del lavoro, compatibili con uno sviluppo sostenibile del territorio.

A questo punto la domanda sorge spontanea: resteranno le ennesime belle parole o per la prima volta si passerà ai fatti? Sarà il tempo a darci le risposte che stiamo cercando.. per il momento #coRAGGIo e speriamo che sia la volta buona che cambi qualcosa. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0