Tempo di lettura: 2 Minuti

“Yin & Young”: un progetto per unire giovani e servizi

“Yin & Young”: un progetto per unire giovani e servizi

Come la divisione dell’antico simbolo a cui è ispirato il nome dell’iniziativa, gli obiettivi da raggiungere sono due: formare chi crea e informare ch

Filosofia alle elementari? Si può con Farfilò
Vallemosso adotterà il liceo Cassatese di Biella
Lo sperma dei giovani svizzeri tra i peggiori in Europa

Come la divisione dell’antico simbolo a cui è ispirato il nome dell’iniziativa, gli obiettivi da raggiungere sono due: formare chi crea e informare chi vede.

Di Benedetta Frantellizzi

Si avanza finalmente una proposta concreta in Italia, e in particolare nella regione Toscana, per avvicinare i giovani al mondo dei servizi.
Dopo accurate selezioni, del tutto libere e gratuite, decollerà il progetto formativo “Yin & Young” promosso dalla cooperativa Arnera e vincitore del bando “Giovani Attivi” della Regione.
Il programma durerà otto mesi, tra attività formativa e operativa, e avrà come protagonisti ragazzi di età tra i diciotto e i trent’anni.
Oltra alla regione Toscana, che ha finanziato il progetto, sono coinvolti numerosi enti tra cui la Società della Salute di Pisa.

L’iniziativa mira a eliminare la distanza sempre crescente tra giovani e servizi del territorio, mettendo in luce le varie opportunità che spesso non vengono colte per disattenzione o disinformazione.

Si parla di un piano realizzato “dai giovani per i giovani”: saranno difatti i partecipanti stessi a creare canali d’informazione per i loro coetanei attraverso la realizzazione di una campagna di comunicazione.
Interesserà le zone di Pisa e della Valdera e al suo termine sarà creato uno spazio multimediale attraverso cui i ragazzi potranno conoscere e valutare i vari servizi disposti dal loro territorio.

I propositi sono molteplici, tra cui favorire la partecipazione sociale e ampliare le opportunità offerte dai territori, ma ciò che rende il progetto del tutto innovativo è la fiducia che la regione Toscana ha riposto nei giovani, che saranno per quest’iniziativa sia il fine che il mezzo.

Di Benedetta Frantellizzi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0