Tempo di lettura: 2 Minuti

Enel assume 375 giovani

Enel assume 375 giovani

Al via la campagna di assunzioni della E-distribuzione, aperta a diplomati tecnici tra i 18 e i 29 anni. La E-distribuzione, ex Enel distribuzione, è

Sda Bocconi e Microsoft insieme per un Talent
Palermo: l’Università assume 59 nuovi docenti
Bergamo, il 2019 inizia col botto!

Al via la campagna di assunzioni della E-distribuzione, aperta a diplomati tecnici tra i 18 e i 29 anni.

La E-distribuzione, ex Enel distribuzione, è la nota e più importante azienda italiana attiva nella diffusione dell’energia elettrica su scala nazionale.
Ad oggi, questa impresa apre le porte a molti giovani diplomati tecnici: hai presente quando ti hanno detto che se non facevi il liceo, non saresti arrivato da nessuna parte? Ecco questa è la tua rivincita!

Il contratto che viene offerto ai nuovi 375 assunti è un apprendistato a 36 mesi, periodo durante il quale i ragazzi avranno modo di essere formati come unità operative. C’è un particolare da non sottovalutare però: si diverrà operativi su tutto il territorio nazionale. Tradotto significa che sarete spediti di qua e di là, lungo tutto lo Stivale.

Le trasferte saranno sicuramente addolcite dall’acquisizione del “know how tecnico”: in inglese è tutto più fico, anche “impara l’arte e mettila da parte” di una volta!
Al di là delle battute, si vuole trasmettere ai ragazzi il miglior modo di operare in modo competente e sicuro.
La sicurezza d’altronde è il primo valore dell’azienda: o forse è questo un ottimo slogan imprenditoriale contro “l’incubo vertenza”.

Un merito da riconoscere all’Enel è quello di proporre una formazione che avrà luogo sia tra le aule, che sul campo: non si finisce mai di rimettersi sui banchi di scuola!
Il tutto avrà luogo sotto la supervisione di persone estremamente esperte e l’obiettivo è quello di offrire una formazione polivalente, quindi aperta su diversi fronti.

In un senso più ampio, e questo è un altro vanto che l’azienda potrebbe sfoggiare, è che questo piano di assunzioni rientra in un progetto ancora più grande, volto a proporre un ricambio generazionale, avviato già dal 2014: non solo si vuole inserire giovani al fianco di persone lavorativamente esperte, ma l’intento è proprio quello di suggerire un ricambio culturale e così un’evoluzione continua dell’azienda stessa.

Di Irene Tinero

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0