La Sapienza e Microsoft vanno di pari passo

Accordo tra la società e l’ateneo: servizi come Office e altri avviano la collaborazione tecnologica. Un’università più digitale e connessa, così vuol

EY “Meet the future”! A Milano e a Roma a giugno
USA a sostegno del progetto Cairo dell’Università di Udine
Disoccupazione giovanile: solamente colpa della crisi economica?

Accordo tra la società e l’ateneo: servizi come Office e altri avviano la collaborazione tecnologica.

Un’università più digitale e connessa, così vuole sembrare La Sapienza di Roma, soprattutto dopo l’accordo siglato con Microsoft, vero e proprio colosso dell’informatica.
Il professor Fabrizio D’Ascenzo, responsabile del rapporto con le imprese, ha definito la partnership un’ottima possibilità per tutti gli studenti della Sapienza, corpo docente e personale di beneficiare gratuitamente delle nuove funzioni e applicazioni di Office 2016, supporto perfetto per la didattica.

Anthony Salcito, responsabile dell’accordo per Microsoft, si è così espresso: Il significato per noi è che condividiamo la stessa missione con La Sapienza, aiutare tutti gli studenti a raggiungere più alti livelli di conoscenza nel loro percorso universitario. Sono molto colpito dal focus della Sapienza di avanzare nella cultura dell’innovazione e Microsoft condivide questa spinta verso una formazione che punti ad assicurarsi che ogni studente sia poi realmente pronto per il mondo del lavoro, creando competenze in grado di contribuire alla crescita del paese”.

Il servizio Cloud, e in generale tutte le applicazioni proposte da Microsoft, saranno un perfetto supporto tecnologico sia per l’apprendimento che per la struttura stessa dell’università, che potrà contare così su un importante ammodernamento informatico.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0