Tempo di lettura: 2 Minuti

Filano: gli studenti si autosequestrano il cellulare

Filano: gli studenti si autosequestrano il cellulare

“La decisone è stata presa durante l'assemblea di classe dagli studenti, insoddisfatti dei risultati nella scheda di valutazione del primo quadrimestr

Vero è la nuova app del momento
Arezzo Clean: l’app per la raccolta rifiuti
Leika 2.0: un gioco da ragazzi, si ma del Politecnico di Milano!

“La decisone è stata presa durante l’assemblea di classe dagli studenti, insoddisfatti dei risultati nella scheda di valutazione del primo quadrimestre” #FacceCaso.

Gli studenti della 2° F dell’Istituto alberghiero “A. Migliorini” di Finale Ligure si sono autosequestrati il cellulare. Per mettere fine a un malcontento che stava facendo calare l’attenzione in classe,

i ragazzi hanno deciso spontaneamente di depositare i cellulari nel cassetto della cattedra a inizio lezione e di riprenderlo solo al suono della campanella.

“La decisone è stata presa durante l’assemblea di classe – spiega la vice preside Michela Orecchiadagli studenti, insoddisfatti dei risultati nella scheda di valutazione del primo quadrimestre. Gli allievi hanno identificato nel cellulare, utilizzato anche durante le lezioni, un motivo di distrazione e di conseguente calo del rendimento. Spesso i docenti devono ritirarlo, per poi riconsegnarlo a fine mattinata, con perdite di tempo e distrazione della classe”.

Nonostante sia attiva in tutte le scuole una normativa che vieta l’utilizzo del cellulare durante le ore di lezione, sono moltissimi gli studenti che non resistono a controllarlo anche in classe.
“Desidero complimentarmi con gli studenti che hanno deciso di depositare il cellulare all’ingresso in aula per non farti distrarre. Scelta che denota una presa di coscienza del problema e maturità nell’affrontarlo” ha fatto sapere Alfonso Gargano, dirigente del liceo Chiabrera-Martini di Savona.

Simonetta Barile, dirigente del liceo “G. Bruno” sottolinea che il problema non riguarda solo gli istituti tecnici e professionali, ma anche i licei. “Al momento non abbiamo dovuto mettere in atto alcuna azione particolare. È infatti un problema sotto controllo. Anche se, per gli insegnanti, è all’ordine del giorno. Nel caso il docente noti che un allievo si distrae col cellulare lo ritira per riconsegnarlo a fine lezione”. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0