Tempo di lettura: 2 Minuti

Università online: l’Africa diventa telematica per i ragazzi che non hanno possibilità

Università online: l’Africa diventa telematica per i ragazzi che non hanno possibilità

Da oggi anche in Africa si potrà avere un’università online, più accessibile economicamente e che consenta a molti più ragazzi di avvicinarsi allo stu

Entro il 2030 moriranno 69 milioni di bambini
Cinque ragazzi rifugiati all’Università di Bologna
In viaggio per il Kenya: attraversiamo l’equatore e conosciamo una scuola (Pt.4)

Da oggi anche in Africa si potrà avere un’università online, più accessibile economicamente e che consenta a molti più ragazzi di avvicinarsi allo studio.

Stiamo parlando della Pareto University, un’università online già riconosciuta in 18 paesi del continente africano. Al giorno d’oggi ci sono molte valide università telematiche, ma quello che differenzia questa delle altre è che solitamente, anche se le lezioni e i materiali di studio sono reperibili in digitale, l’esame deve essere sostenuto in maniera fisica, mentre in questo caso ciò non avviene. Come è possibile? Grazie ad uno specifico softwer che, grazie ad una webcam e ad altre metodi di controllo, assicura che a trovarsi davanti allo schermo del pc sia proprio lo studente da esaminare.

Questa università risulta essere una grandissima risorsa per i ragazzi africani soprattutto per quando riguarda il discorso economico. Fino ad oggi in media per frequentare un anno di università si aveva bisogno di più o meno trenta volta uno stipendio mensile e per questo motivo era iscritto solamente l’1% dei ragazzi. Con Pareto University invece la quota annuale si riduce di tantissimo, arrivando più o meno a raggiungere la quota di sole tre mensilità di stipendio.

Molto vantaggioso è il fatto che quello universitario sia un portale accessibile a tutte le ore del giorno e della notte, ogni giorno dell’anno. Questo fattore, secondo il ministro dell’istruzione somalo, che è una donna, potrebbe essere un vantaggio per tutte quelle ragazze alle quali spesso non è data la possibilità di studiare da parte delle famiglie povere, che favoriscono sempre l’istruzione del figlio maschio, o anche a causa di discriminazioni che spesso le vogliono a casa ad occuparsi esclusivamente della famiglia.

I corsi già avviati sono quelli di economia, giornalismo, ingegneria ed informatica e le lauree sono riconosciute in base ai parametri dell’ Europen Qualification Framework perché la sede fisica della Pereto University si trova a Malta.
Questa è una bella novità che ci si auspica possa aiutare tanti ragazzi a raggiungere i propri obbiettivi e realizzare i propri sogni anche nel proprio paese, da cui spesso sono costretti a scappare.

#FacceCaso.

Di Sara Fiori

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0