Tempo di lettura: 2 Minuti

Consigli per i fuorisede: al supermercato

Consigli per i fuorisede: al supermercato

Se abiti senza i tuoi genitori e ti serve un consiglio sei nel posto giusto, forse. Cari fuorisede, possiamo farcela! Capisci di dover fare la spesa

Scuola, si dibatte sulla mensa: stallo tra innovatori e conservatori
Cibo condito con insetti: studente denuncia e viene sospeso
Alimentazione e movimento: la dicotomia vincente per uno stile di vita sano

Se abiti senza i tuoi genitori e ti serve un consiglio sei nel posto giusto, forse. Cari fuorisede, possiamo farcela!

Capisci di dover fare la spesa quando torni a casa dopo le lezioni, apri il frigo e trovi una cipolla, un limone e una birra aperta che ti guardano in maniera accusatoria.

Essenzialmente nel carrello di un fuorisede sono sempre presenti:

  • la carta igienica, perché non c’è mai e c’è sempre quel coinquilino che si dimentica di comprarla; rotoloni Regina? Assolutamente no, i dodici rotolini che durano una settimana se va bene.
  • Il caffè non può mai mancare, soprattutto sotto esame, se il mondo è un bel posto si comprano le confezioni da quattro che sono più o meno 2kg di caffè altrimenti ci si accontenta di quello in offerta.
  • I tortellini,
  • le piadine,
  • gli affettati monoporzione
  • il pesto sempre la confezione piccola perché nel momento in cui lo apri non sai mai quando mangerai a casa e lo mangerai di nuovo.
  • L’insalata in busta. Che mamma ti dice di non comprare perché fa male. Ma tu di lavare l’insalata e scolarla proprio non hai voglia.

Tutto questo deve essere in offerta, ovviamente! I prezzi variano dallo 0,99€ alle 3€ massimo perché sopra è un furto, come fare? Semplice, basta comprare i prodotti della marca del supermercato.

Le verdure esistono ma congelate e la frutta e il pane sono prerogativa di quando arrivano i tuoi genitori. E poi c’è il caffè, si lo so che l’ho già detto, ma il caffè è fondamentale.

Qualche volta troverai un detersivo perché le lavatrici dobbiamo farle anche noi. Direi soprattutto quando mamma ti chiama di domenica e ti chiede se hai fatto le pulizie di primavera.

Ultimi ma non per importanza ci sono i piatti e i bicchieri di plastica per quando ci sono gli amici o per il periodo degli esami perché lavare le stoviglie oltre che una perdita di tempo è anche uno spreco di energia.

Tutto questo dovrebbe venirti a costare circa 40€, 50€ se proprio ti sei trattato bene, ma ricorda, le provviste dovranno durare almeno due mesi.

A parte gli scherzi, cercate di trovare un supermercato che abbia sconti per gli studenti e che magari consegni la spesa a domicilio (senza spese aggiuntive troppo alte) così non dovrai portare due confezioni d’acqua insieme alle buste.

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0