Tempo di lettura: 1 Minuti

Todai, il primo robot a passare i test di ammissione all’Università

Todai, il primo robot a passare i test di ammissione all’Università

Per matematica Todai ha avuto meno problemi ed ha fatto tutto completamente giusto. Per la prova di inglese ha dovuto imparare a memoria 15 miliardi d

La scuola multietnica
Pasqua con la Luna blu
Una buona università? Tre consigli su come sceglierla

Per matematica Todai ha avuto meno problemi ed ha fatto tutto completamente giusto. Per la prova di inglese ha dovuto imparare a memoria 15 miliardi di frasi.

Sto per darti una notizia che ha dell’incredibile. Un robot chiamato Todai ha appena passato l’esame di ammissione all’Università di Tokyo.

La creature di Noriko Arai, una delle migliori esperte giapponesi di Intelligenza artificiale, ha fatto meglio dei quattro quinti degli studenti. Perché Todai fosse pronto ad affrontare il tema, il test di matematica e la prova di inglese ci sono voluti ben 6 anni.

Il robot conosce Wikipedia e diversi manuali scolastici che gli hanno permesso di scrivere un testo di seicento parole su “lo sviluppo e la crisi del commercio marittimo nel Sud est asiatico nel XVII secolo” senza però essere in grado di leggero e senza sapere cosa ha scritto.

Per matematica Todai ha avuto meno problemi ed ha fatto tutto completamente giusto. Per la prova di inglese ha dovuto imparare a memoria 15 miliardi di frasi.

La ricercatrice ha commentato. “Sono più preoccupata che contenta. Per distinguersi dall’intelligenza artificiale i ragazzi dovrebbero non assimilare tonnellate di nozioni a memoria ma concentrarsi sulla comprensione e il senso”. Tocca iniziare a preoccuparsi per davvero?

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0