Tempo di lettura: 3 Minuti

Chi l’ha detto che chi fa sport lavora fino a 40 anni?

Chi l’ha detto che chi fa sport lavora fino a 40 anni?

Ecco Randstad Next, il programma che ritarda la pensione ai campioni dello sport. Che bello lo sport, specialmente quello a livello professionistico.

Patto giovani-anziani: novità in chimica farmaceutica
La vergogna dell’alternanza: quando a pagare sono le famiglie
Assunzioni e sgravi: le novità

Ecco Randstad Next, il programma che ritarda la pensione ai campioni dello sport.

Che bello lo sport, specialmente quello a livello professionistico. Gente che guadagna facendo ciò che ama di più fare. Già, al massimo fino ai 40 anni però. Dopo il ritiro i campioni dello sport si trovano spesso di fronte ad un bivio e per alcuni di loro trovare un nuovo posto nel mondo del lavoro risulta più difficile del previsto.

Proprio per questo Randstad, multinazionale olandese che si occupa della selezione della formazione di risorse umane, ha ideato un percorso di orientamento professionale per sportivi. Si chiama Randstad Next e si serve delle competenze di campioni dello sport e del lavoro.

Il programma nasce grazie alla collaborazione tra Randstad, Juventus Football Club, Azimut, Gazzetta dello Sport, Bosch, Facebook e Modena Volley ed è composto da due fasi. I primi 4 mesi sono dedicati alla formazione, i successivi 2, invece, prevedono lo sviluppo di un project work con l’aiuto di tutor e coach personali.

L’obbiettivo del progetto è quello di permettere a coloro che si ritirano dall’attività agonistica di riadattare le proprie capacità in un percorso di carriera differente. In particolare si vuole dare agli sportivi la possibilità di:

  • Comprendere le dinamiche del mercato del lavoro;
  • Capire quali competenze possono permettergli di ricollocarsi professionalmente;
  • Acquisire gli strumenti per sviluppare un progetto professionale;
  • Testare le abilità acquisite nelle aziende partner del progetto: Alpinestars, Biesse Group, Decathlon Italia, Smartpeg, Servier Italia e Caterpillar oltre ovviamente a quelle già citate.

Inoltre tra i testimonial di Randstad Next potrebbero esserci nomi noti del panorama sportivo italiano, come Giorgio Chiellini (peraltro laureato in economia e commercio) e la pallavolista Rachele Sangiuliano.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 17 di novembre (ulteriori informazioni le trovate qui). Noi siamo contenti che due mondi apparentemente distanti come quello del lavoro e quello dello sport possano incontrarsi. Insomma dopo lo sport nel dopo-lavoro presto vedremo anche il lavoro dopo lo sport, alla faccia di chi dice prima il dovere e poi il piacere.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0