Tempo di lettura: 3 Minuti

Essere anti-social fa bene: parola della superstar Ed Sheeran

Essere anti-social fa bene: parola della superstar Ed Sheeran

In un periodo in cui viviamo sui social il benessere potrebbe risiedere nell'andare controtendenza. A consigliarcelo è Ed Sheeran, la star del momento

“Surf” + “Special” = è Special Surf a Rimini
#Rassegniamoci!
Aiuta anche tu i ragazzi di via della Gatta a salvare la libreria Zalib! #SaveZalib

In un periodo in cui viviamo sui social il benessere potrebbe risiedere nell’andare controtendenza. A consigliarcelo è Ed Sheeran, la star del momento.

Tra i cantanti di maggior successo mondiale, la voce britannica più famosa dopo i Beatles, Ed Sheeran ha infatti deciso di chiudere e abbandonare tutti i social e la tecnologia che lo assillavano.

Come lo stesso Ed Sheeran ha rivelato al giornale tedesco ‘Welt am Sonntag’, egli vive ora una vita più tranquilla ed utilizza social e tecnologia solo quando ne ha bisogno, invitando tutti a provarci.

Ho capito che a volte è meglio non sapere. Sto bene se non ho sempre l’odio davanti agli occhi. Ho rinunciato allo smartphone e ne sono molto felice. Ho ancora un Nokia 3210, uno di quelli vecchi, senza display. Nessuno sa il mio numero, mi serve solo in caso di emergenza se devo chiamare qualcuno, tipo se sono bloccato nel traffico o mi è successo qualcosa. Davvero, non sono mai stato meglio in vita mia. Mi fa bene essere tagliato fuori da tutto“.

Queste parole dette da uno come Ed Sheeran, che contava milioni di seguaci sui social, e che con l’esposizione della propria immagine ci vive, certo fanno riflettere. Da dire, però, che lo stesso cantante ha fatto una scelta ponderata. Egli, infatti, si è disiscritto da tutti i social (Twitter in primis) ma non da Instagram che ancora continua ad usare. La ragione sta nel minor odio che gira sul social fotografico, fortissimo invece su Twitter et similia dove gli haters arrivavano a riempirlo di insulti.

La soluzione, come è facile dire ma non altrettanto fare, potrebbe essere nel mezzo. Nel riuscire a stabilire un equo rapporto con i social e la tecnologia, facendo sì che la nostra vita virtuale ci sia di aiuto e non intralci, invece, quella reale.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0