Tempo di lettura: 1 Minuti

Double degree: cos’è e come farlo

Double degree: cos’è e come farlo

Dei 4.800 corsi di laurea dell'anno accademico 2018/2019 tantissimi offrono la possibilità di un Double Degree e crescono anche le domande per farlo.

PiGrecoDay: un grande successo!
Scuoletta Montessori di Orbassano: qui è possibile iscriversi senza vaccinarsi
Martina, il tumore e l’umanità dei piccoli gesti

Dei 4.800 corsi di laurea dell’anno accademico 2018/2019 tantissimi offrono la possibilità di un Double Degree e crescono anche le domande per farlo.

Pensa ad avere tre lauree di cui, solitamente, due magistrali nel tempo record di cinque anni, al massimo cinque anni e mezzo. Un modo c’è e comprende anche un periodo di un anno completamente all’estero, si chiama Double Degree ed è una delle esperienze più richieste degli ultimi anni.

Un double degree ti dà la possibilità di fare un anno, il primo o il secondo magistrale a seconda della destinazione, all’estero prendendo una laurea sia in Italia che nell’Università ospitante. Bisogna scrivere due tesi e magari anche discutere due volte, ma alla fine è come aver fatto una magistrale nel Bel Paese e un Master all’estero, tutto in due anni. Un Erasmus PRO insomma.

Nel 2014 i corsi che davano la possibilità della doppia laurea erano solo 400, nel 2018 sono 82 solo nella provincia di Roma. Tutte le università, dalla LUISS a La Sapienza, passando per la Foro Italico forniscono questa opportunità. Più selettiva dell’Erasmus ma anche più valevole dal punto di vista lavorativo.

AlmaLaurea per esempio aveva stimato un rialzo del 20% nella facilità di trovare lavoro per quei ragazzi che partecipavano ad un’esperienza come il double degree rispetto a coloro che sono sempre rimasti in Italia.

L’unico grande problema? Le tasse. È vero che solitamente si pagano le rate della propria università e non anche quelle dell’università ospitante, è vero anche che vengono assegnate delle borse di studio, spesso troppo basse ma non ci facciamo caso. A volte però, alcune università richiedono che sia pagata una doppia tassa, come nella caso del King’s College di Londra, che richiede un pagamento di circa 18.000£, andando a precludere a tanti ragazzi la possibilità di un’esperienza del genere.

Pazzesco però, un’idea da non sottovalutare.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0