Tempo di lettura: 2 Minuti

Sport e razzismo, è il TG USA baby

Sport e razzismo, è il TG USA baby

Nell'edizione odierna del TG USA parleremo di sport, delle accuse di razzismo dirette ad Harvard e di molto altro. Restate con noi. Stando in Italia,

Ragazzi perduti: è nata la casa giusta per loro
America nuovamente colpita: 10 studenti morti in una sparatoria in un college
Erasmus+: nuove mete oltre l’Europa

Nell’edizione odierna del TG USA parleremo di sport, delle accuse di razzismo dirette ad Harvard e di molto altro. Restate con noi.

Stando in Italia, si sa, non risulta difficile rimanere informati su quelli che sono gli eventi e le problematiche che caratterizzano le università del nostro Paese. È un po’ più raro, invece, leggere o ascoltare notizie sugli atenei esteri, in particolare su quelli degli USA.

Per ovviare a questo problema noi di FacceCaso abbiamo ideato una rubrica settimanale che ha come obbiettivo quello di portare alla vostra attenzione, attraverso dei flash, le 3 news più interessanti che hanno caratterizzato il panorama universitario statunitense. Siete pronti? Questo è TG USA, let’s start!

Harvard razzista!

L’Università di Harvard è finita nell’occhio del ciclone dopo che la 54enne Tamara Lanier ha fatto causa al celebre ateneo statunitense, reo secondo lei di aver utilizzato le foto di due suoi antenati in una ricerca del 1850 che era volta a dimostrare la superiorità della razza bianca. Oltre a un ingente risarcimento e ai danni morali, la donna chiede anche la restituzione di quelle immagini. Come si muoverà ora Harvard?

T-re(x)cord

13 metri di lunghezza per 9 tonnellate di peso. Sono queste le misure di Scotty, un T-rex scoperto nel 1991 che a quanto pare sarebbe il più grande del suo genere. Ad annunciarlo sono stati i ricercatori della Florida State University di Tallahassee, i quali, in collaborazione con i colleghi della University of Alberta (Canada), hanno preso le misure di questo gigantesco dinosauro.

Lo sport, l’antistress che non ti aspetti

Lo sport combatte la depressione. E’ questo il verdetto di uno studio effettuato dalla Washington University di St. Louis su un campione di oltre 4.000 bambini di età compresa tra i 9 e gli 11 anni. Secondo la ricercatrice Lisa Gorham, infatti, l’attività fisica produce un incremento del volume dell’ippocampo e questo porta ad una sostanziale riduzione della depressione nei soggetti più giovani.

E con quest’ultima notizia termina qui quest’edizione del TG USA. Noi ti ringraziamo per averci seguito, ti auguriamo una buona serata e se sei arrivato a leggere fin qui allora…FacceCaso!

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0