Tempo di lettura: 3 Minuti

Politica? Un gioco da ragazzi!

Politica? Un gioco da ragazzi!

La politica e i giovani sono divisi da una frattura sempre più grande. Per questo nasce Change the World for Democracy: gli studenti diventando parlam

Torino, il rettore Ajani tira le orecchie alla politica!
Tutta colpa della burocrazia…anche a scuola
Bremerstraße 23, cronache di un Erasmus a Kiel – La Burocrazia tedesca

La politica e i giovani sono divisi da una frattura sempre più grande. Per questo nasce Change the World for Democracy: gli studenti diventando parlamentari e entrano a contatto con il mondo burocratico politico.

Una classica tendenza di questi ultimi anni è la disaffezione nei confronti della politica. Change the World for Democracy nasce proprio per questo: consentire agli studenti la possibilità di vivere in prima persona un’esperienza da parlamentare.

Cos’è Change the World for Democracy?

È un progetto formativo, rivolto a studenti liceali e universitari, che si svolgerà dal 22 al 25 ottobre. Consiste in una simulazione dell’attività legislativa della Camera dei deputati.
Il progetto prevede 8 moduli, che potranno essere svolti in aula oppure online, e la partecipazione all’evento della sede di Roma.

Il progetto formativo

Questo gioco di ruolo prevede:

    • approfondimento dei temi che sono al centro del dibattito politico;
    • confronto tra coetanei;
    • elaborazione di una proposta di legge;
    • partecipazione al voto.

Il progetto prevede anche la partecipazione di illustri personaggi, ad esempio nelle scorse edizioni hanno partecipato:

    • L’On. Ferdinando Adornato, Segretario della Presidenza della Camera dei Deputati;
    • l’On. Luigi di Maio, Ministro e Vicepremier;
    • Marco Alberti, Responsabile Affari Internazionali ed Istituzionali di Enel S.p.A;
    • Giuseppe Busia, Segretario Generale del Garante della Privacy.

Esperienze passate

Sul sito istituzionale, sono riportate alcune “recensioni”, tra cui:

    • “C’è stato un lavoro concreto, serietà dei contenuti, a volte ci sono stati degli scontri, ma il bello delle simulazioni è che servono a capire quanto sono diverse le prospettive degli altri […] ma anche come funzionano le nostre istituzioni. È stata un’ottima esperienza.”
    • “Democracy non è la facciata della politica che vediamo in televisione, della propaganda e del semplice dibattito ma quello che è l’iter legislativo e burocratico e questo fa capire che politica è confronto, è idee, è sviluppo, è tesi e antitesi.

Come partecipare?

Per partecipare è necessario compilare il form sul sito istituzionale. La partecipazione potrà essere individuale, di gruppo e addirittura si può partecipare insieme alla propria classe.

#FacceCaso

Di Claudia Marano

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0