Tempo di lettura: 2 Minuti

5 buoni propositi per un 2023 più green: cambiare le nostre abitudini per un pianeta in salute

5 buoni propositi per un 2023 più green: cambiare le nostre abitudini per un pianeta in salute

Tra i buoni propositi per un 2023 appena iniziato ma già carico di dubbi, abbiamo pensato di segnalarvi 5 chicche totalmente in versione green! Genna

Summer Lab sui diritti
L’ambiente ha bisogno di noi, Elpìs ha bisogno di noi
Le università italiane accrescono le proposte formative sui temi ambientali

Tra i buoni propositi per un 2023 appena iniziato ma già carico di dubbi, abbiamo pensato di segnalarvi 5 chicche totalmente in versione green!

Gennaio è il mese dei buoni propositi, ormai ce li abbiamo elencati in tutte le salse, tra le note del telefono, su fogli volanti o in qualche bel cartoncino colorato: palestra, dieta, viaggi, nuove avventure. Abbiamo cercato di elencare – per quanto sia complesso – alcuni modi per migliorare il nostro 2023 in chiave green, renderlo il più positivo possibile (almeno in partenza). E il 2023 del pianeta? Come possiamo stilare una lista – immensamente necessaria – di buoni propositi per, almeno, rendere la nostra “impronta” sulla terra nei prossimi dodici mesi più lieve e più green?
Ecco qualche idea:

  1. Fare tante passeggiate: e no, non per i famosi “10.000 passi”, ma per evitare di salire in macchina anche solo per comprare una pezzo di margherita nella pizzeria dietro l’angolo – una classica Fiat Panda emette 119 grammi di CO2 al chilometro, siamo davvero sicuri siano necessari al posto di una camminata veloce all’aria aperta?
  2. Mangiare più alimenti vegetali: legumi, frutta, verdura, cereali a non finire, fornendo al nostro metabolismo una generosa dose di vitamine e proteine e, allo stesso tempo, riducendo il nostro consumo di carne. Acquisendo un po’ di consapevolezza, infatti, non è difficile ricollegare l’ingombrante presenza di petti di pollo, polpette e bistecche nella nostra dieta alla facilità di accesso e impiego più che al nostro vizio di gola – dal momento che, come riporta il WWF, per produrre un chilo di carne bovina svizzera occorrono 12/13 chili di CO2 equivalenti (e per la stessa quantità di lenticchie solo 0,7) non sarebbe meglio, nella misura in cui riteniamo possibile, trovare delle alternative?
  3. Chiudere il rubinetto: non solo mentre laviamo i denti, ma anche quando le canzoni che abbiamo ascoltato sotto la doccia iniziano a essere tante o quando abbiamo già un pentola d’acqua sui fornelli e potremmo utilizzarla per lavare le tazze sporche di caffè. Cerchiamo, insomma, di aprirlo solo quando non ne possiamo fare a meno – 220 litri in media al giorno non vi sembrano un po’ troppi?
  4. Mettersi un maglione: con temperature medie troppo alte in moltissime città europee e non solo, il 2023 si preannuncia già un anno senza un inverno particolarmente gelido, possiamo, quindi, sopravvivere accendendo i riscaldamenti il meno possibile e, piuttosto, indossando un bel maglione, morbido e a fantasia, che ci coccoli un po’ e, allo stesso tempo, riempia la nostra casa di colori (e risparmi in bolletta)
  5. Spegnere il pc e aprire la porta di casa: il mercato dell’e-commerce è in continua crescita, eppure, forse, non è davvero necessario che, per un oggetto facilmente reperibile in ogni supermercato, per un regalo a una persona cara o per vestiti che non metteremo più di un paio di volte, si avvii un meccanismo così insostenibile (tra packaging inutile, spedizione immediata e quindi non a pieno carico ed emissioni inquinanti). Invece, basterebbe chiudere la finestra del nostro desktop, prendere le chiavi di casa e andare a finanziare vicini, amici e concittadini acquistando locale, facile no?

Che voi iniziate da uno di questi punti, da tutti e cinque, da quelli più facili o da quelli più difficili, non lasciatevi scalfire dalle difficoltà che, tra pigrizia e frenesia, potreste incontrare. La cosa più importante di tutte, che dovete coltivare e trasmettere, è la consapevolezza dell’importanza di ognuna delle vostre scelte, di ognuno dei vostri gesti, sia green che non.

E, se siete arrivati fino a qui nella lettura, almeno quello non manca, ora basta un pizzico di forza di volontà!

#FacceCaso

Di Costanza Pinna Berchet

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0