Che fine ha fatto lo spacciatore di merendine? Ieri la bocciatura

Che fine ha fatto lo spacciatore di merendine? Ieri la bocciatura

Multa di 5.176 euro. Premio Einaudi di 500€ e un corso formativo di imprenditoria seguito all’Unione Industriali. Ieri la bocciatura. #FacceCaso. Non

Startup: dall’idea alla realizzazione
Il nuovo Facebook Messenger, ossia amor di basket!
Scuola: scioperi in vista 8 e 17 marzo

Multa di 5.176 euro. Premio Einaudi di 500€ e un corso formativo di imprenditoria seguito all’Unione Industriali. Ieri la bocciatura. #FacceCaso.

Non è bastato il premio Einaudi per far cambiare idea al consiglio di classe. Leonardo, il ragazzo passato alla storia per aver “spacciato merendine” è stato bocciato.

La punizione non sembra tanto legata al 6 in condotta del primo quadrimestre, poi corretto a fine anno in 8, ma al rendimento complessivo del ragazzo. Resta però l’impressione che si tratti di un colpo di coda moralistico da parte dell’istituzione scuola.

“Le regole sono regole e la scuola serve anche a insegnarti il rispetto per esse”. A sentenziato il preside. La vicenda la conosci già ma se vuoi ti rinfresco la memoria: Spaccia merendine a scuola e vince una borsa di studioMultato il ragazzo che spacciava merendine

Per scontare la pena, a Leonardo viene richiesto di preparare e consegnare cassette di frutta e verdura scartate dai mercati e destinate alle persone disagiate. La famiglia non è d’accordo perché l’attività non è ritenuta consona. Il presidente dell’associazione, innervosito, afferma. “A quel ragazzo avrebbe fatto bene confrontarsi con chi ogni giorno affronta le fatiche del vivere”.

I rapporti tra famiglia e scuola vanno di male in peggio. Multa di 5.176 euro. Premio Einaudi di 500€ e un corso formativo di imprenditoria seguito all’Unione Industriali. Ieri la bocciatura. L’ennesima vittima della chiusura mentale del nostro Paese? Certo è che se Bill Gates fosse nato in Italia, la Microsoft non sarebbe mai esistita.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0