Tempo di lettura: 1 Minuti

Webschool: il software che rivoluziona la didattica Italiana

In tempi moderni anche la scuola si deve adeguare ad essere parte attiva nei sistemi online. Come avviene nell’istruzione italiana di oggi? Andiamo a

 MammaItalia: come trovare il Made in Italy all’estero
Disabilità? Nessun problema, ci pensa MyVoices!
Contro i suicidi Facebook sfrutta l’intelligenza artificiale

In tempi moderni anche la scuola si deve adeguare ad essere parte attiva nei sistemi online. Come avviene nell’istruzione italiana di oggi? Andiamo a scoprire i cambiamenti con questa piattaforma.

Di Umberto Scifoni

Tempi moderni, di cambiamenti ed evoluzioni, in particolare, nell’ambito tecnologico. Viviamo in un’epoca digitale, siamo, in un certo senso, online h24.
Non parliamo semplicemente di cellulari, App, computer e quant’altro, ma di un’ondata connessa con tutti gli aspetti della nostra vita: le auto sono interattive, il mondo del lavoro vive grazie al Web, gli ospedali,la ricerca, tutto è legato alla moderna tecnologia.

E la scuola? Beh, anche l’istruzione, terra di passaggio di ogni cittadino, necessita di stare al passo coi tempi, di fare Log in. Se l’Università, per varie esigenze, si è messa in maniera abbastanza omogenea in linea con i tempi moderni (si veicolano le informazioni degli atenei, oltre a creare aree personali per ogni studente, una sorta di biografia universitaria), la scuola di primo e secondo grado è andata a passo lento. Ciononostante, i cambiamenti si stanno verificando sempre più spesso: a ritmi crescenti, scuole pubbliche e private stanno adottando strumenti moderni, come Tablet e lavagne elettroniche, oltre che portali per singolo istituto, in cui insegnanti,studenti e genitori, possono restare maggiormente in contatto con quello che succede ogni giorno, dai voti, alle assenze ai vari tipi di comunicazione.
Tra i sistemi online prediletti, frequente è l’adozione del “Webschool”, software che copre tutte le attività modulari e gestionali. Permette quindi di gestire i corsi e altre attività, studenti, aule, oltre al calcolo delle ore per gli insegnanti, permettendo di avere dati e statistiche. Un’area studenti consente inoltre di facilitare le comunicazioni scuola-famiglia.

Nell’era dei computer e della vita proiettata nel Web, seppur con fatica, anche la scuola si affaccia a diventare più smart. In un paese da sempre attraversato da contraddizioni e ritardi strutturali, la speranza è che almeno l’istruzione riesca a cavalcare l’onda digitale senza troppe difficoltà.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0