Tempo di lettura: 2 Minuti

Bando Miur rivolto alle scuole: alla scoperta del Nobel Grazia Deledda

Bando Miur rivolto alle scuole: alla scoperta del Nobel Grazia Deledda

“Più spazio nei nostri istituti alle donne che hanno fatto grande l’Italia”. “In occasione del recente anniversario per i 90 anni dall’assegnazione,

Si sblocca finalmente la situazione in Sicilia per i tirocini promessi dal Bando Corsello
Connettiti alla scuola: stanziati 90 milioni per reti Wi-Fi potenziate
Ragazzi disabili senza assistenza

“Più spazio nei nostri istituti alle donne che hanno fatto grande l’Italia”.

“In occasione del recente anniversario per i 90 anni dall’assegnazione, il 10 dicembre del 1926, del premio Nobel a Grazia Deledda, questa Direzione generale intende affidare procedura di gara aperta alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, la realizzazione di un progetto, come di seguito delineato, che valorizzi l’opera della scrittrice sarda nelle scuole e ne riproponga la lettura e l’introduzione nei percorsi didattici”.

Questo è l’intento della circolare ministeriale pubblicata qualche giorno fa e fortemente voluta dal Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, la quale ha indetto un bando di gara rivolto a tutti gli istituti scolastici italiani, al fine di assicurarsi fondi per organizzare eventi e piani di studio diretti ad approfondire la figura di Grazia Deledda, figura chiave della letteratura italiana dei primi del ‘900.
L’obiettivo del ministero è, da una parte, quello di intraprendere un percorso di riscoperta dei grandi autori italiani spesso dimenticati dai programmi scolastici, dall’altra, quello di approfondire il ruolo e il percorso fatto dalla figura della donna per la conquista dei propri diritti e delle pari opportunità.

Grazia Deledda sarà il primo personaggio preso ad oggetto, continuando poi con altri autori celebri della nostra letteratura: gli istituti scolastici potranno presentare i propri progetti di ricerca sulla figura dell’autrice, sull’analisi delle sue opere e del peculiare linguaggio utilizzato, entro il 31 maggio 2017 seguendo le istruzioni contenute nella circolare inviata.

“Partiamo da Grazia Deledda, figura di spicco del nostro patrimonio culturale – spiega il Ministro Valeria Fedeli – ma vogliamo che nelle nostre scuole ci sia sempre maggiore spazio e maggiore attenzione, in tutte le discipline, per le straordinarie donne del passato e contemporanee che con il loro impegno e le loro intelligenze hanno costruito e continuano a costruire un patrimonio culturale, artistico e scientifico che il mondo ci invidia. Donne la cui presenza nei libri di testo non è sempre adeguatamente valorizzata. È un doveroso tributo a queste figure, ma anche un messaggio di fiducia per le nostre ragazze: credete nei vostri sogni e lavorate per riuscire a realizzarli. Senza farvi fermare da chi condiziona il vostro percorso”.

Giusto per dovere di informazione: chi è Grazia Deledda?
Si tratta di una scrittrice sarda dei primi del ‘900, vincitrice, nel 1926, del Premio Nobel per la Letteratura. La Deledda è nota per aver scritto numerosi romanzi di successo nonché importanti opere teatrali che la portarono ad essere apprezzata da moltissimi autori del tempo, quali anche un certo Giovanni Verga.

Fino ad ora è l’unica scrittrice donna italiana ad aver vinto il Premio Nobel per la Letteratura, che le fu conferito “per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano”.

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0