Tempo di lettura: 3 Minuti

LUISS Open, una nuova piattaforma per la ricerca

LUISS Open, una nuova piattaforma per la ricerca

A Villa Blanc, nuova sede della Luiss Guido Carli, ateneo privato capitolino, è stata presentata una nuova importante iniziativa. Si tratta di LUISS

Ecco come cambia l’università durante il Coronavirus
Ti piacerebbe ricevere 3mila euro al mese per vivere in una villa di una bellezza indescrivibile e creare opere d’arte?
L’Europa che Vogliamo

A Villa Blanc, nuova sede della Luiss Guido Carli, ateneo privato capitolino, è stata presentata una nuova importante iniziativa.

Si tratta di LUISS Open, che si presenta a tutto gli effetti come aggregatore di idee e di approfondimento scientifico.
Un supporto alla comunità accademica. Obbiettivo: innescare il dibattito sulla modernizzazione del Paese, dando voce a docenti, studenti, top manager e influencers.

Su cosa dovrebbe vertere questo interesse di ricerca? Si tratta di argomenti con ampio respiro sull’attualità, che possa essere trattata in maniera costruttiva, accentrando il lavoro accademico.
Luigi Serra, Vice Presidente LUISS, ha così commentato alla presentazione: “La piattaforma vuole essere un aggregatore di idee e fonte di approfondimento scientifico, a favore del pubblico esterno e a supporto della comunità accademica, con l’obiettivo di innescare ed alimentare il dibattito sulla modernizzazione e sullo sviluppo del Sistema Paese, attraverso un qualificato contributo di analisi e soprattutto di proposta”.

L’università quindi spinge la ricerca in una chiave divulgativa, accentuando la partecipazione della facoltà e del mondo esterno. Un Research Magazine che, come conclude il Direttore Generale LUISS, Giovanni Lo Storto “nasce nel quarantesimo anno della fondazione dell’Ateneo, in un luogo simbolo di una bellezza rigenerata, che ha rappresentato per la LUISS un investimento culturale e sociale, prima che economico come Villa Blanc.”

“ Siamo particolarmente orgogliosi che da questa sede così prestigiosa prenda il via un progetto che ha l’ambizione di diventare un punto di riferimento indipendente, libero e aperto al servizio dell’intera comunità”.
Un nuovo punto di partenza per la ricerca divulgativa, nella speranza che sia spinta per un moto accademico nazionale.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0