Tempo di lettura: 1 Minuti

Scuola: in classe tornano 100mila supplenti

Scuola: in classe tornano 100mila supplenti

I buchi riguardano soprattutto i prof di matematica, lingue e sostegno. Il risultato? I sindacati pronosticano 100mila supplenti nelle aule anche il p

Zebra? No zeBBra. Che errore a sQuola!
Norcia: tutto pronto per il ritorno in aula nella nuova scuola
Stanno cambiando le cose per Netflix Italia

I buchi riguardano soprattutto i prof di matematica, lingue e sostegno. Il risultato? I sindacati pronosticano 100mila supplenti nelle aule anche il prossimo anno. #FacceCaso.

Ve la ricordate la promessa delle 52mila assunzioni di nuovi prof fatta l’8 agosto? A distanza di un mese esatto ne sono state portate a termine solo 30mila. Tra centro e nord mancano 22mila docenti all’appello che verranno rimpiazzati da supplenti.
I buchi riguardano soprattutto i prof di matematica, lingue e sostegno. Il risultato? I sindacati pronosticano 100mila supplenti nelle aule anche il prossimo anno.

“Ancora una volta sulle assunzioni dei docenti si misura la distanza tra il dire e il fare. Anche quest’anno migliaia di docenti abilitati continueranno a lavorare come supplenti su posti vacanti e disponibili”. Commenta Maddalena Gissi, segretaria Cisl.
La colpa? “Di un piano di assunzioni che non ha tenuto conto delle necessità reali della scuola, e di concorsi falliti”. Dice Dino Turi, della Uil.

La verità è che il numero dei supplenti non si è mai abbassato sotto i 100mila, nonostante l’annuncio della dine della supplente. Un calo si è avuto nell’anno dell’approvazione della Buona scuola, 2015-2016, circa 10mila in meno a fronte di un piano di assunzioni per 86mila docenti.

“Questi dati dimostrano che i problemi storici della scuola continuano a pesare sulla continuità didattica e sul regolare avvio dell’anno scolastico”. Conclude.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0