Tempo di lettura: 1 Minuti

Al via la sperimentazione per il primo soccorso a scuola

Al via la sperimentazione per il primo soccorso a scuola

Quando qualcuno sviene o soffoca bisogna intervenire e, soprattutto, sapere come farlo. A questo serve il primo soccorso. Che dall'anno prossimo potre

School of Government: aumentano le iscrizioni delle ragazze
Primo maggio con la pioggia, che fare?
Bufera a Tor Vergata per abusi del rettore: minacce a ricercatori

Quando qualcuno sviene o soffoca bisogna intervenire e, soprattutto, sapere come farlo. A questo serve il primo soccorso. Che dall’anno prossimo potrebbe essere una parte del programma scolastico a tutti gli effetti.

Da Febbraio partirà in alcune scuole d’Italia una sperimentazione che mira a portare il primo soccorso ad essere una vera e propria materia scolastica. Questo progetto è parte della Buona Scuola di Matteo Renzi, comma 10 per l’esattezza, e introduce una completa novità nella scuola italiana, utile a salvare la vita a chi viene colto da soffocamento o da un malore.

Il programma avrà inizio dapprima solo in alcune province d’Italia. Quelle scelte sono:

  • Trieste
  • Padova
  • Sondrio
  • Savona
  • Macerata
  • Perugia
  • Pistoia
  • Latina
  • Campobasso
  • Salerno
  • Taranto
  • Vibo Valentia
  • Sassari.
Le scuole coinvolte saranno quelle elementari, medie e di Liceo. Nei paesi e nelle città che ne fanno parte i corsi dureranno due mesi e saranno tenuti da operatori del 118 ed esperti. Questi insegneranno ai 2400 ragazzi coinvolti come comportarsi in caso di svenimento di un compagno, di un professore o di chiunque perda i sensi il loro presenza. Alla fine della sperimentazione si faranno dei test che permetteranno al Ministero della pubblica Istruzione di calcolare l’effetto avuto sugli studenti e ratificare a tutte le scuole italiane il progetto.
Non sono previste risorse per le scuole, che si organizzeranno quindi con gli enti territoriali per permettere le lezioni. Il ministro della salute Beatrice Lorenzin ha dichiarato che è un “grande segno di civiltà” e il Ministro dell’istruzione Valeria Fedeli si è detta entusiasta. Già da alcuni tempi, solo in poche scuole, alcuni esperti vengono chiamati per mostrare ai ragazzi come salvare la vita ad un compagno in difficoltà.
L’obiettivo, come già detto, è rendere il primo soccorso un programma da venire applicato a tutte le scuole d’Italia. Infine, da Gennaio sarà attivo il portale “www.primosoccorso.it” su cui raccogliere esperienze ed informazioni. 

#FacceCaso

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0