Tempo di lettura: 3 Minuti

Il MIUR alza il numero di assunzioni di docenti nei prossimi 10 anni da 76 a 80 mila

Il MIUR alza il numero di assunzioni di docenti nei prossimi 10 anni da 76 a 80 mila

Il ministro dell'istruzione Valeria Fedeli cambia il numero di assunzioni per i docenti: dovranno sostenere prove di conoscenze, di inglese e informat

Un Business Game per 18 assunzioni, la svolta di FS
Patto giovani-anziani: novità in chimica farmaceutica
Che la scuola abbia inizio! Sì, ma senza professori..

Il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli cambia il numero di assunzioni per i docenti: dovranno sostenere prove di conoscenze, di inglese e informatica. nei prossimi 10 anni le nuove assunzioni.

Importanti novità per quanto riguarda le assunzioni di docenti precari. Il Ministro della pubblica Istruzione ha infatti firmato il decreto che fa passare il numero di assunzioni previste da 76 mila a 80 mila. Assunzioni di docenti già abilitati ma precari, che nell’aereo di 10 anni vedranno il loro posto venire confermato da un’assunzione. Il decreto è il primo di tre previsti che regoleranno i concorsi che porteranno alle 80 mila assunzioni.

I bandi relativi usciranno nel 2018, quindi ancora c’è da aspettare, e saranno presentati dal Ministero dell’istruzione. Grazie al bando si potranno presentare le domande di partecipazione. Il decreto verrà registrato a breve alla Corte dei Conti e, dopo l’emanazione del bando le domande andranno presentate online.

Potranno richiedere di partecipare i docenti che secondo le norme vigenti hanno l’abilitazione ad insegnare. Sono quindi interessati i docenti precari che posseggono: Tfa, Pas o Ssis, e che sono rimasti esclusi dalle graduatorie a esaurimento (GaE). Graduatorie che scorrono relativamente ai posti messi a disposizione dalle scuole. Se chi vuole partecipare punta ad essere un insegnante di sostegno deve possedere anche la specializzazione per lavorare con ragazzi e studenti con disabilità.

Il test sarà suddiviso in prova di conoscenze, che vale 40 punti; prova di conoscenza di lingua straniera e prova informatica, da tre punti ciascuno. Durante la prova finale i docenti dovranno fare la simulazione di una lezione in inglese per far verificare agli esaminatori la conoscenza e come si risolverebbe in una classe vera e propria. I titoli potranno contare per un massimo di 60 punti.

Le prove si svolgeranno in maniera regionale, ossia si parteciperà per regioni e ognuna premierà i migliori iscritti nel proprio territorio. Non è stato fissato un punteggio minimo.

#FacceCaso

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0