Tempo di lettura: 1 Minuti

Iscrizioni scuole: pronti, via e…falsa partenza

Iscrizioni scuole: pronti, via e…falsa partenza

Ieri si sono aperte le iscrizioni alle scuole primarie e secondarie. Il sito del MIUR è stato preso d'assalto ed è andato in tilt. Le iscrizioni a sc

Bando Ministero Istruzione: 50 milioni per promuovere integrazione e accoglienza
La scuola medie di Branchette di nuovo vittima di incendio
Indeciso sulle elezioni del 4 marzo? Arriva il navigatore elettorale

Ieri si sono aperte le iscrizioni alle scuole primarie e secondarie. Il sito del MIUR è stato preso d’assalto ed è andato in tilt.

Le iscrizioni a scuola dei propri figli sono un appuntamento annuale fisso nella vita dei genitori. Molti di loro, però, non conoscono con esattezza le date di scadenza per completare le procedure e di conseguenza creano spesso disagi ed incomprensioni.

Un esempio di questi disagi si è verificato ieri, martedì 9 gennaio 2018, data di apertura delle registrazioni online per le iscrizioni degli alunni alle classi prime delle scuole elementari, medie e superiori.

Presi dal desiderio di registrarsi, i genitori si sono riversati a migliaia sul sito del MIUR, mandandolo letteralmente in tilt. Si tratta di una corsa alla registrazione totalmente inutile dal momento che le iscrizioni vere e proprie si apriranno fra una settimana (il 16 gennaio).

Alcuni genitori probabilmente non hanno molta dimestichezza con le pratiche di registrazione del sito del ministero e per questo lo hanno preso d’assalto fin da subito con la speranza di togliersi questo dente. E invece hanno ottenuto l’effetto contrario.

Ma non vi preoccupate, non c’è fretta, la procedura è molto più semplice di quanto pensiate e il tempo a vostra disposizione è parecchio. Innanzitutto chi possiede una SPID (identità digitale) può tranquillamente usare quella per accedere ai servizi del MIUR.

Chi invece ne è sprovvisto dovrà crearne una immediatamente oppure registrarsi al sito Iscrizioni OnLine ed accedere con le credenziali che gli verranno fornite. Una volta completata la registrazione avrete tempo fino al 6 febbraio per compilare e poi inviare la domanda di iscrizione.

Vi ricordiamo infine che non esiste alcun ordine temporale: le domande che arriveranno per prime non avranno alcuna priorità rispetto alle altre. Perciò niente panico, seguite le istruzioni e fatelo con calma, “chi va piano va sano e va lontano”, sempre.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0