Tempo di lettura: 3 Minuti

Il ruolo delle donne nelle scuole

Il ruolo delle donne nelle scuole

Insegnare è un mestiere da donna? In Italia sembra essere così. Vediamo qual è il ruolo delle donne nelle scuole italiane. Sapevate che su 5 insegnan

Il dirigente Rai 2.0: più giovane e social,ecco il futuro
L’ ex dirigente Facebook che ha fatto mea culpa
Presidi? Non se la passano poi tanto bene… tante minacce nei loro confronti!

Insegnare è un mestiere da donna? In Italia sembra essere così. Vediamo qual è il ruolo delle donne nelle scuole italiane.

Sapevate che su 5 insegnanti 4 sono donne? In Italia le donne nelle scuole sono ben l’83% del personale docente. Questi dati emergono da uno studio OCSE intitolato “Gender imbalances in the teaching profession” che mette in evidenza la femminilizzazione del mestiere di insegnante.

Il particolare caso italiano

Esiste anche un rapporto OCSE specifico per il caso italiano: “Uno sguardo sull’istruzione”. In Italia, infatti, il fenomeno è decisamente accentuato e su 10 insegnanti 8 sono donne.

In particolare, il numero delle donne insegnanti aumenta al diminuire del grado di istruzione fino ad arrivare quasi al 100% negli asili dove la percentuale di maestri è dello 0,7%.

Rispetto alle scuole dell’infanzia, il numero di insegnanti donne cala alle elementari dove queste comunque rappresentano l’85%, alle medie sono il 68% e alle superiori il 58%.

E nelle cariche dirigenziali?

Purtroppo, le percentuali si capovolgono quando si arriva a parlare di cariche dirigenziali. Nonostante il mondo dell’istruzione, come abbiamo detto, sia prettamente femminile le cariche più alte vengono ricoperte dagli uomini. Solo il 55% delle presidi è donna.

È una situazione preoccupante?

Il rapporto OCSE citato inizialmente riporta anche una certa preoccupazione per questa disparità di genere nelle scuole; tanto che determinati Paesi, come la Gran Bretagna, sono state attivate politiche per l’incoraggiamento all’assunzione di insegnanti maschi.

Lo stereotipo delle discipline scientifiche

Al quadro, già abbastanza stereotipato della situazione scolastica italiana, si aggiungono credenze come quella secondo la quale le discipline scientifiche sarebbero “maschili”. Ecco perché le cattedre scientifiche sono, per lo più, destinate a insegnanti maschi.

Una scuola ancora ricca di stereotipi, dove le donne spiccano sì, ma non nelle cariche più alte. Situazione specchio della società italiana dove l’uguaglianza di genere nel mondo del lavoro è ancora molto lontana.

E voi? Voi che ne pensate?

FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0