Tempo di lettura: 1 Minuti

Raya, l’app per incontri più esclusiva di sempre

Raya, l’app per incontri più esclusiva di sempre

Si chiama Raya, ha 10 mila iscritti e altri 100mila in attesa di accedervi. Esiste dal 2015 ed è una sorta di Tinder per pochi eletti. Incontrare qua

Assistenti civici vs movida: occhio alle possibili reazioni dei giovany
Maturità: le gaffe degli studenti
Compiti estivi: “divertitevi e viaggiate”

Si chiama Raya, ha 10 mila iscritti e altri 100mila in attesa di accedervi. Esiste dal 2015 ed è una sorta di Tinder per pochi eletti.

Incontrare qualcuno senza perdersi in centinaia di migliaia di persone. Cercare solo quelle “giuste”. Anche attraverso questa logica si è sviluppato Raya, un social network che esiste da qualche anno, ma che ultimamente è tornato alla ribalta.
È una comunità di incontri online esclusiva, limitata a 10000 persone e con altre decine di migliaia in lista d’attesa per entrare, ma probabilmente limitate per sempre.

Ci sono dei criteri per accedere a Raya. Bisogna essere molto belli, molto famosi, molto seguiti su Instagram o molto interessanti per quello che si è o si fa nella vita.
Così tra gli iscritti troviamo attori, sportivi e musicisti, ma anche modelli, influencer e dirigenti di importanti aziende californiane. L’interazione poi funziona come su Tinder, ma qui la scelta è altamente qualitativa.

Ma questo nome da cosa deriva? Intanto Raya è la parola ebraica per amico, e il social ha sede a Los Angeles con 13 dipendenti a tempo pieno. Nonostante sia rivolto a un pubblico d’alta fascia, non costa certo una cifra proibitiva. 7,99 dollari al mese, accettabile.

Se volete, potete provare a entrare effettivamente sull’app, inserire i vostri dati e inviare la richiesta alla società. Loro valuteranno il vostro profilo e i vostri dati, poi mestamente sarete rifiutati.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0