Tempo di lettura: 1 Minuti

Università + Olimpiadi = Universiade!

Università + Olimpiadi = Universiade!

Tutto pronto per la prossima edizione delle Universiade estive 2019 a Napoli che vedrà sfidarsi atleti-universitari provenienti da tutto il mondo. Ca

Open Day all’università di Perugia
In vacanza nella natura tra Umbria e Marche
Amici su Facebook? Si incontrano nella realtà e finisce male

Tutto pronto per la prossima edizione delle Universiade estive 2019 a Napoli che vedrà sfidarsi atleti-universitari provenienti da tutto il mondo.

Cari giovani, ad animare gli esami di maturità o la calda sessione estiva degli esami universitari, sta per arrivare la 30° edizione delle Universiade estive, che si disputeranno dal 3 al 14 luglio, a Napoli e in altre città della Campania.

Cenni storici e logistica

Le Universiadi, che esistono sia nella versione estiva che invernale, sono organizzate dalla FISU (Federazione Internazionale Sport Universitari) e hanno luogo ogni due anni. L’Italia ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella loro organizzazione.

Infatti, ne è l’ideatore l’italiano Primo Nebiolo, ex agonista di atletica leggera, e poi dirigente sportivo della Federazione di Atletica. Inoltre, l’Italia è il Paese che ha ospitato più edizioni di tutti, incluso la prima assoluta svoltasi a Torino nel 1959.

Per questa edizione, che darà spazio a 18 discipline, si attendono partecipanti da oltre 124 Paesi, tra i quali, per la prima volta, anche studenti provenienti dall’Arabia Saudita e dal Kosovo. Gli atleti della squadra azzurra saranno trecento, dai 18 ai 25 anni.

Mascotte e Simboli

La mascotte dell’evento è una sirena di nome Parthenope, ideata dalla pittrice Melania Acanfora. La sirena, creatura leggendaria che con il suo canto ammaliante attira i naviganti verso le coste campane da Palinuro al litorale domizio, vuole essere il simbolo di Napoli, che intreccia la storia e la mitologia della Campania con le Universiadi.

È invece una studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Napoli la creatrice della fiaccola o torcia, l’altro simbolo chiave delle Olimpiadi. La torcia, che risponde ad un progetto sostenibile, grazie all’utilizzo di materiali riciclabili e non inquinanti, vede quest’anno nella sua parte centrale la raffigurazione del Vesuvio, stilizzato in blu. La torcia, chiamata Fiaccola del Sapere, è partita da Torino, sede della prima Universiade, per proseguire verso Losanna, sede della Fisu, e di seguito Milano, Assisi, Città del Vaticano, Matera, e tutti i principali capoluoghi campani. La cerimonia di inaugurazione è prevista a Napoli il prossimo 3 luglio allo Stadio San Paolo.

Le Universiadi sono certamente la giusta occasione per promuovere la città di Napoli a livello internazionale e valorizzare l’intera Regione. Ma sono soprattutto una grande opportunità per tutti quei giovani che coniugano la passione per lo sport con la dedizione allo studio, e che in questa occasione hanno la possibilità di misurarsi a livello internazionale.

Che vinca il Migliore!

#FacceCaso

Di Costanza Panti

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0