Tempo di lettura: 2 Minuti

Studiare Scienze Motorie a distanza: si può fare?

Studiare Scienze Motorie a distanza: si può fare?

Ormai molti corsi di laurea sono sia tradizionali che online. Ma vale anche per Scienze Motorie? Scopriamolo insieme in questo approfondimento mirato.

Liceo e Medicina? Da oggi si può!
Corso di ingegneria a distanza: cosa c’è da sapere!
Un guanto bionico maturo

Ormai molti corsi di laurea sono sia tradizionali che online. Ma vale anche per Scienze Motorie? Scopriamolo insieme in questo approfondimento mirato.

Chi sceglie un percorso universitario in Scienze Motorie intraprenderà in seguito delle carriere professionali legate a performance sportive, alle quali potrà applicare le nozioni apprese durante il corso di studi. Di fatto gli insegnamenti di Scienze Motorie si basano su una commistione ideale di teoria e pratica.

Perciò in molti potrebbero pensare che i corsi di laurea in Scienze Motorie online, data la loro natura, non prevedano una parte più operativa: niente di più sbagliato. Nonostante nascano all’interno di una dimensione prevalentemente virtuale come quella delle Università Telematiche, i corsi online di Scienze Motorie non sono così differenti dai percorsi di laurea tradizionali.
Innanzitutto anche le Università Telematiche con Scienze Motorie, alla stessa stregua delle classiche, presentano degli insegnamenti afferenti alle aree tecnico-sportiva, educativa, biomedica, manageriale. Le materie di queste aree saranno approfondite adeguatamente, sia da un punto di vista teorico che pratico. Di fatto anche i corsi online di Scienze Motorie contemplano diversi tirocini o workshop da effettuare in presenza, dove lo studente potrà mettere a frutto le nozioni acquisite. Di solito queste attività formative vengono svolte presso strutture convenzionate come organizzazioni sportive, aziende o strutture della pubblica amministrazione.

Diverso è il discorso dello studio prettamente teorico, che nelle Università Telematiche viene declinato virtualmente: il corsista potrà infatti seguire le videolezioni quando e dove vuole, gli basterà collegarsi alla piattaforma e-learning dell’ateneo prescelto, la quale è attiva 24 ore su 24. Gli esami, invece, vanno sostenuti dal vivo.
Grazie a questa formazione a tutto tondo, anche i corsisti delle Università Telematiche con Scienze Motorie avranno modo di applicare le loro competenze in diversi settori: ad esempio potranno insegnare educazione fisica, o ricoprire il ruolo di personal trainer in palestre, società o centri sportivi. Il laureato in questo campo potrà anche diventare istruttore di discipline agonistiche e non, arrivando ad allenare delle squadre o dei singoli atleti.

Un’altra opzione percorribile per l’esperto di attività motorie consiste nel lavorare con bambini, anziani e disabili che necessitino di acquisire o recuperare un buono stato di benessere psicofisico. Tutte queste carriere possono essere intraprese senza problemi da chi ha intrapreso un corso online in Scienze Motorie, in quanto le Università Telematiche sono legalmente riconosciute dal MIUR: ciò vuol dire che rilasciano dei titoli di laurea del tutto equipollenti a quelli delle università tradizionali.

È anche per questo motivo che negli ultimi tempi le iscrizioni degli Atenei Telematici sono andate aumentando: di fatto nell’anno accademico 2017/2018 hanno registrato più di 93.000 iscritti, come si sottolinea in questo articolo.

Tuttavia vi è una differenza incisiva tra le facoltà telematiche e quelle canoniche con Scienze Motorie: queste ultime prevedono sempre più spesso il numero chiuso, trattandosi di un corso di laurea decisamente gettonato. Le Università Online, dal canto loro, non presentano questa caratteristica, poiché le loro facoltà di Scienze Motorie si configurano come a numero aperto.

Questo vuol dire che lo studente può accedervi senza dover sostenere un test d’ingresso di sbarramento; al massimo gli si richiederà di sostenere una verifica di natura conoscitiva, in modo da valutarne la preparazione iniziale. In caso il candidato presenti delle eventuali lacune, inoltre, gli Atenei Telematici gli assegneranno degli Obblighi Formativi Aggiuntivi che però non ne precludono l’iscrizione. Di fatto lo studente potrà comunque immatricolarsi presso il primo anno di corso, frequentando nel frattempo dei corsi di recupero per adempiere agli Obblighi Formativi.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0