Tempo di lettura: 1 Minuti

ESA: la ricerca astronaut* e collaborator* all’insegna dell’integrazione

ESA: la ricerca astronaut* e collaborator* all’insegna dell’integrazione

Nel 2021 l’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, cerca di espandersi e indice due bandi: un tirocinio e uno in uscita, ma cosa trattano? Per gli aspiranti

Aperto un bando per le biblioteche scolastiche
AAA La Sapienza cerca due dottorandi in Logica e Filosofia della Scienza
Un nuovo bando per le scuole!

Nel 2021 l’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, cerca di espandersi e indice due bandi: un tirocinio e uno in uscita, ma cosa trattano?

Per gli aspiranti astronauti o giovani laureati, l’ESA, ovvero l’Agenzia Spaziale Europea, ha aperto le porte a nuove candidature e nuovi bandi.

Per i neo-laureati, l’ente offre un Young Graduate Trainees, ovvero un programma di tirocinio che apre le porte al mondo spaziale europeo, inviando una lettera motivazionale ed il proprio CV direttamente sul sito, basti soddisfare i seguenti requisiti:
– La domanda può essere presentata dal 1° febbraio all’1 marzo;
– Bisogna essere cittadini di uno degli Stati Membri dell’ESA;
– Bisogna aver conseguito un Master prima che si cominci a lavorare per l’ente;
In più, si può scegliere il percorso che più si preferisce, in base alle proprie competenze e alla propria formazione.

Il secondo bando, in uscita ufficiale il 16 febbraio, con annessa una conferenza stampa virtuale illustrativa, prevederà l’assunzione di nuov* astronaut* dopo 11 anni dall’ultima selezione, e si avranno 8 settimane per presentare la propria domanda, dal 31 marzo al 28 maggio 2021, sempre sul sito, ma sulla sezione “Esa Career”.
Il completamento della selezione sarà a giugno, mentre a settembre o ottobre i risultati.

Ciò perché negli ultimi anni, l’Europa sta acquisendo sempre una posizione di maggiore rilevanza nell’esplorazione spaziale, con nuovi obiettivi sempre più spinti “oltre”, nella conoscenza e nell’esplorazione.
In più, possiede ed una base propria in sud America dove vengono tenuti i razzi e dove vengono testati, ed ha anche un forte aggancio con altri enti internazionali con i quali collabora continuamente.

In ultimo, quest’ente si presenta con un obiettivo di integrazione ed un desiderio di ampliare la propria community nella promozione della diversità, difatti nel sito stesso si ritrova il seguente estratto:
L’ESA è un datore di lavoro per le pari opportunità, impegnato nel raggiungimento della diversità all’interno della propria comunità e di un ambiente lavorativo inclusivo. Per questo motivo si accolgono le candidature da parte di tutti i candidati qualificati indipendentemente dal genere, orientamento sessuale, etnia, credo, età, disabilità o altre caratteristiche.

Sarà il momento che molti realizzino il proprio sogno infantile di voler diventare astronauti? Forse è giunta l’ora!

#FacceCaso

Di Alessia Sarrica

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0