Tempo di lettura: 2 Minuti

Imprenditori digitali di successo: ecco chi ha saputo fare fortuna col web

Imprenditori digitali di successo: ecco chi ha saputo fare fortuna col web

Gli imprenditori si evolvono e seguono il mercato, come la tecnologia. Vediamo qualche esempio illustre che magari può diventare anche un punto di rif

Bytedance ha acquistato Musical.ly
A scuola il 2.0 è già vecchio, siamo al 3.0
Google lancia la sua università: in 6 mesi e con 300 euro hai fatto tutto zì

Gli imprenditori si evolvono e seguono il mercato, come la tecnologia. Vediamo qualche esempio illustre che magari può diventare anche un punto di riferimento!

(Pixabay)

La diffusione di internet ha aperto scenari a dir poco impensabili fino a pochi anni fa: grazie alle tecnologie digitali, infatti, si sono moltiplicate le opportunità di utilizzo, da parte del consumatore finale dei servizi, ma anche di investimento. È così che, sfruttando le potenzialità del web, diversi giovani imprenditori sono riusciti a creare aziende di successo e a imporsi come personaggi non solo abili nelle loro attività, ma anche particolarmente influenti a livello globale. Ecco alcuni dei casi più interessanti.

Zuckerberg e non solo: ecco gli innovatori del mondo dei social network

Pensi ai social network e ti viene in mente l’immagine di Mark Zuckerberg, colui che forse più di ogni altra persona rappresenta l’emblema del successo online. Fondatore di Facebook, Zuckerberg ha avuto una delle intuizioni più geniali degli ultimi tempi, ossia quella di creare una rete di contatto tra persone sfruttando la rete internet.

Probabilmente all’inizio neanche lui poteva immaginare ciò che la sua idea sarebbe diventata, d’altronde il prototipo dell’attuale social network era basato su una rete destinata esclusivamente alle università statunitensi, ma il boom era dietro l’angolo. Nel giro di un anno, infatti, già i primi investitori , tra cui il fondatore di PayPal Peter Thiel, si fecero avanti acquistando parte delle quote societarie. Da lì in poi, sappiamo bene come è andata a finire: in pochi anni Facebook è diventato una rete globale capace di connettere utenti di ogni genere, di favorire la condivisione di contenuti e di diventare una cassa di risonanza incredibile, tanto da sostituire spesso i tradizionali mezzi di informazione.

A 36 anni e con un patrimonio stimato di 56 miliardi di dollari, Zuckerberg è senza dubbio un esempio da ammirare per tutti coloro che cercano il loro successo sul web!

Pierre Omidyar e la rivoluzione dello shopping online

Se quello di Zuckerberg è un nome sulla bocca di tutti, forse pochi sanno che il mondo dello shopping online deve molto all’imprenditore iraniano Pierre Omidyar, vero e proprio rivoluzionario digitale.

Oggi 53enne, Omidyar ha raggiunto il successo in realtà in età molto giovane, grazie alla sua creazione, ossia la piattaforma per le aste online Ebay. Fondato nel 1995, come evoluzione di altri progetti precedenti, il sito ha rappresentato un’incredibile novità in un contesto all’epoca molto meno aperto rispetto a oggi. Nonostante una rete non ancora evoluta come quella odierna, Ebay ha infatti conosciuto un importante boom sin dai primi anni di attività, attirando l’attenzione di tanti venditori e compratori privati in cerca di affari.

Nel corso del tempo, dalle sole aste online Ebay ha ampliato i propri servizi fino a diventare un vero e proprio marketplace dedicato non soltanto alle compravendite tra privati ma anche a ospitare piccole e medie imprese in cerca di uno spazio per vendere i propri prodotti. La storia di Omidyar e della moglie Pamela è molto interessante, però, anche per altri aspetti: una volta divenuti miliardari grazie al successo di Ebay e alle altre iniziative imprenditoriali lanciate negli anni, i due si sono infatti dedicati con grande forza ad attività filantropiche, volte a finanziarie organizzazioni senza scopo di lucro e nuove imprese con finalità sociali.

(Pixabay)

Gaming online: Justin Kan dietro il successo delle piattaforme di streaming

Un altro nome molto importante nel campo delle iniziative imprenditoriali svolte sul web è quello di Justin Kan, fondatore dapprima della piattaforma Justin.tv e poi di Twitch, il portale interamente dedicato allo streaming video nell’ambito del gaming.

Quella di Justin Kan è un’idea che prende forma nel 2007, quando insieme a Emmett Shear, Kyle Vogt e Michael Seibel, l’investitore statunitense decide di creare un sito di live streaming in cui trasmettere la sua vita, una sorta di contenitore in stile Truman Show che avrebbe anticipato molte tendenze attuali, come quelle degli influencer sui social network.

Nonostante un discreto successo e la partecipazione di tantissime persone pronte a mostrarsi in diretta ai propri followers, Justin.tv viene chiusa dopo pochi anni per essere sostituita da Twitch, la piattaforma ormai sulla bocca di tutti gli amanti dei videogiochi. Twitch rappresenta la vera novità nel campo del gaming, una grande piazza virtuale su cui sfidarsi in diretta o anche, semplicemente, per trasmettere e guardare partite disputate ai giochi più in voga.

Acquisita da Amazon nel 2014 per quasi 1 miliardo di dollari, Twitch è diventata la piattaforma per gli amanti delle diverse categorie di videogame in streaming, dai MOBA, che qui hanno trovato terreno fertile per coinvolgere un numero ancora più elevato di appassionato, ai casino digitali con tanto di tavoli ad hoc per tornei di blackjack e roulette.

Proprio i casino online contano oggi un numero elevatissimo di utenti, che proprio sulle piattaforme di streaming come Twitch e sui portali dedicati si divertono con un’ampia scelta di giochi, sempre più completi e caratterizzati dall’utilizzo di tecnologie avanzate.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0