Tempo di lettura: 2 Minuti

Halloween? Un’ottima occasione per fare del bene

Il Parco Natura Viva lancia un'iniziativa importante: "Ad Halloween dona una casa al pipistrello!”, animali da tutelare e rispettare. Che sia la notte

I nostri amici a quattro zampe provano emozioni? La risposta arriva da Elisabetta Palagi
Italia: i giovani d’oggi preferiscono i cuccioli ai figli
Dogalize: il social network che dona cibo agli animali abbandonati

Il Parco Natura Viva lancia un’iniziativa importante: “Ad Halloween dona una casa al pipistrello!”, animali da tutelare e rispettare.

Che sia la notte delle streghe o delle ragazze vestite da streghe o della ricerca frenetica e smodata di un locale da trovare per fare festa, Halloween, mano mano che si cresce, è diventato davvero solo un pretesto per fare casino. E meno male che è così! Tra università e scuola, un momento in cui staccare la spina è proprio ciò che ci vuole.
Il 31 ottobre, però, si può anche fare del bene. Si, appena prima di andare a ballare. L’iniziativa parte dal Parco Natura Viva di Bussolengo (in provincia di Verona) e punta dritto ad un obiettivo che, infondo, sta a cuore a tutti: salvaguardare degli animali. Nello specifico, si parla di pipistrelli, gli unici mammiferi alati presenti sul pianeta. “Ad Halloween dona una casa al pipistrello!”, è il nome del progetto e la sua importanza ci arriva dalle parole di Caterina Spiezio, responsabile ricerca e conservazione del Parco Natura Viva: “In questo periodo i pipistrelli si stanno preparando ad affrontare il freddo invernale trovando rifugio nei siti di ibernazione, come grotte o caverne. Installare adesso una batbox significa garantire a questi piccoli mammiferi volanti un porto sicuro per il riposo diurno quando, un po’intontiti, si sveglieranno per affrontare di nuovo la bella stagione delle cacce notturne.”
Ah, i pipistrelli sono degli ottimi alleati contri gli insetti: sono i migliori insetticidi sulla piazza e arrivano a far fuori fino a duemila insetti per notte! Quindi noi aiutiamo loro e loro possono aiutare noi, basta una piccola batbox. Per avere un quadro ancora più nitido davanti agli occhi, è necessario far fede alle parole di un altro esperto, Paolo Agnelli, chirotterologo e curatore della collezione del Museo di Storia Naturale di Firenze: In Italia esistono 35 specie di pipistrelli, ognuna fortemente specializzata in un’abilità: chi adatto alla vita di città, chi a quella del bosco. Sono proprio questi ultimi ad avere vita più dura, perché scompaiono gradualmente i grandi alberi maturi in cui si rifugiano e gli ambienti naturali dove cacciano”.
Insomma, sabato 31 ottobre e domenica 1 Novembre è possibile acquistare le batbox e finanziare la ricerca italiana per la salvaguardia dei chirotteri. Prima di andare a fare quattro salti in un locale, magari, fanne uno al Parco Natura Viva di Bussolengo, #FacceCaso.

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0