Tempo di lettura: 2 Minuti

Alternanza scuola-lavoro anche nei Licei Classici: è possibile?

Alternanza scuola-lavoro anche nei Licei Classici: è possibile?

L’intervista di Orizzontescuola al dirigente scolastico del Liceo Parini di Milano. Nonostante le perplessità che l’idea di un tirocinio formativo per

I 5 licei più antichi di Milano
È in crisi il liceo classico? Non è questa la domanda
Manca il preside nelle scuole di Roma

L’intervista di Orizzontescuola al dirigente scolastico del Liceo Parini di Milano.

Nonostante le perplessità che l’idea di un tirocinio formativo per i Licei Classici avrebbe suscitato fino a qualche anno fa, l’iniziativa innovativa del Liceo Parini di Milano, promette un radicale cambio di prospettiva.
Orizzontescuola ha intervistato Giuseppe Soddu, dirigente scolastico dell’istituto, per conoscere l’interessante progetto che prevede la fondazione di una vera e propria casa editrice gestita insieme da studenti e figure di spicco nel mondo editoriale. L’obiettivo è quello di “far maturare nei ragazzi le competenze necessarie per progettare e costruire una vera impresa culturale”.

A questo fine, “i ragazzi saranno chiamati a compiere delle scelte, esattamente come se si trattasse di un’azienda vera”.
Dalle loro scelte dipenderà l’identità culturale dell’impresa editoriale, scelte che dovranno contenere un background necessario di studi approfonditi e specializzati. E le scelte da compiere sono quelle che un editore compie concretamente ogni giorno: cartaceo o digitale? Promuovere autori classici o moderni? Un percorso verso il futuro di ragazzi che studiano già materie umanistiche e che forse, potrebbero approfondirle un domani con lo studio della filologia classica. Il progetto coinvolgerà anche aziende editoriali esterne, tramite le quali i ragazzi potranno avvicinarsi al vero mondo del lavoro, nel frattempo l’istituto si doterà di strumentazioni ed apparecchiature proprie, nonché di locali specializzati allo svolgimento del tirocinio.

A gestire questa impresa innovativa ci penserà un comitato tecnico-scientifico con membri interni ed esterni alla scuola, provenienti dal mondo editoriale produttivo.
Questa iniziativa infatti, è stata molto apprezzata anche al di fuori del mondo scolastico: ha presieduto l’inaugurazione della casa editrice scolastica Luca Formenton, Presidente della casa editrice Il Saggiatore e docente del master in Editoria alla Sapienza di Roma su come un testo diventa libro.
Tirocinio interessante, veramente formativo ed istruttivo, che ha impennato il numero delle iscrizioni al liceo, per tantissimi anni in calo, nonostante sia uno degli istituti più prestigiosi della Nazione. L’inserimento dell’attività formativa ha provocato un cambiamento nell’organizzazione dell’orario scolastico: è stato introdotto un modello di flessibilità oraria che le famiglie hanno particolarmente apprezzato. Le lezioni saranno da 50’ e i minuti recuperati, andranno dedicati ad approfondimenti, laboratori e classe aperte.
Una scuola di qualità, che “ha già fatto la Storia d’Italia e che, a quanto pare, continuerà a farla”.

Di Silvia Noli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0