Tempo di lettura: 2 Minuti

In Europa si muore per malattie del sistema circolatorio, tumori e problemi respiratori

In Europa si muore per malattie del sistema circolatorio, tumori e problemi respiratori

Secondo recenti studi, però, diverse malattie sarebbero in diminuzione. Aumentano invece del 25% le malattie del sistema nervoso. Malattie del sistema

È italiano il ragazzo con il pacemaker più piccolo al mondo
Festa della mamma: non solo una tradizione italiana!
Operato Berlusconi, con successo

Secondo recenti studi, però, diverse malattie sarebbero in diminuzione. Aumentano invece del 25% le malattie del sistema nervoso.

Malattie del sistema cardiocircolatorio, tumori e malattie del sistema respiratorio: ecco di cosa si muore oggi in Europa. Secondo uno studio riportato da Eurostat,

383 morti ogni 100mila abitanti muoiono per problemi legati al sistema circolatorio,

come problemi relativi alla pressione alta, colesterolo, diabete e fumo, che causano infarti e malattie cerebrovascolari, le più comuni cause di morte.

Eppure, precisa questo studio, i tassi di morte per queste malattie sono in costate decrescita nel Vecchio Continente. Come riporta Eurostat, tra il 2004 e il 2013 “c’è stata una riduzione del 11% del tasso di mortalità per cancro tra gli uomini e una riduzione del 5,9% per le donne. Inoltre, cali più vistosi si sono registrati in relazione alle morti per cardiopatia ischemica, dove i tassi di mortalità sono diminuiti del 30,6% per gli uomini e del 33,4% per le donne”.

Particolare, invece, l’andamento del tasso di mortalità del cancro al polmone, dove si registra un “tasso di mortalità standardizzato per gli uomini in diminuzione del 20,8%, mentre per le donne è aumentato del 71,9%”.

I paesi più colpiti dal cancro risultano essere: Ungheria, Croazia, Slovacchia, Slovenia, Danimarca e Lettonia, con 300 o più morti ogni 100mila abitanti, a fronte di circa 250 morti ogni 100mila abitanti in Italia. Il nostro paese appare, con gran gioia, decisamente sotto la media anche per quanto riguarda le morti per malattie respiratorie, con un tasso di 60 decessi ogni 100mila abitanti, contro i 144 del Regno Unito, i 131 dell’Irlanda e i 128 della Danimarca.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0