Tempo di lettura: 3 Minuti

E dopo la maturità, si decide il futuro

E dopo la maturità, si decide il futuro

L’85% dei neodiplomati racconta che si iscriverà all’università, e tra le facoltà più gettonate Ingegneria e Medicina. Maturità andata, adesso è tempo

Criptovaluta: in Australia ora ci si paga l’università!
I fondi universitari: tagli al Nord, incrementi al Sud
Tre punti su cui la Facoltà di Medicina potrebbe (dovrebbe!) migliorare

L’85% dei neodiplomati racconta che si iscriverà all’università, e tra le facoltà più gettonate Ingegneria e Medicina.

Maturità andata, adesso è tempo di scelte, e secondo un’indagine su mille neodiplomati, portata avanti da Skuola.net, il futuro sembra abbastanza chiaro per la maggior parte di loro. L’85% racconta di sapere già cosa fare della sua vita dopo il diploma e la gran parte degli intervistati ha partecipato a orientamenti universitari. Gli indecisi sono inoltre minori rispetto allo scorso anno, quando erano il 35%.

Se la gran parte pensa di procedere all’immatricolazione, una piccola parte va controcorrente: il 3% vorrebbe scegliere un corso di formazione non accademico, mentre il 4% pensa mettersi subito alla ricerca di un lavoro oppure cercherà fortuna all’estero (lavoro o studio).

Quindi una gran maggioranza proiettata all’Università, ma quale esattamente?

Il 61% punta ancora sulla pubblica ed è proprio qui che ha intenzione di iscriversi, mentre parte dell’ altro 29% è convinto che gli atenei privati siano migliori di quelli pubblici, ma opterà per questi ultimi in virtù dei costi. Dopo una prima analisi sul tipo di università, a far da padrone nella ricerca sono i corsi: 1 su 5 è orientato verso discipline tecniche come Ingegneria e Informatica, prevalenza maschile, mentre tra le ragazze prevalgono i corsi di laurea dell’area sanitaria (Medicina compresa), i quali in totale sono i preferiti del 19% dei neo diplomati.
Per quanto riguarda le facoltà umanistiche (Lettere, Filosofia, Lingue, ecc.) 12% dei consensi, seguite da Economia (11%), e la flessione evidente dei corsi di diritto o Giurisprudenza, fermi al 6%; stessa quota di Architettura e Design.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0