Tempo di lettura: 1 Minuti

Instagram attacca le fabbriche di likes

Instagram attacca le fabbriche di likes

Instagram ha portato alla chiusura di molti siti e app che permettevano l’acquisto di followers e like. Colpiti Instagress, InstaPlus, PeerBost e molt

5 segnali per riconoscere i bugiardi
Influencer: a Torino il corso per diventarlo!
Hopper, l’app che ti aiuta a prenotare i voli (o ad evitare i flop…)

Instagram ha portato alla chiusura di molti siti e app che permettevano l’acquisto di followers e like. Colpiti Instagress, InstaPlus, PeerBost e molti altri.

Guerra ai finti influencer da parte di Instagram. A tanto si è spinta l’app delle foto, tra le più importanti per numero di utenti. Tutti gli utenti che vogliono aumentare la loro fama social, magari per ottenere sponsorizzazioni, avranno vita dura da oggi.

The Next Web ha riportato che la piattaforma ha fatto chiudere siti e applicazioni di terzi che “violavano” i termini di utilizzo del social.
In pratica permettevano a chi ne facesse uso di ottenere like, commenti e followers a pacchi.

Si parla di numeri che vanno dalle centinaia alle decine di migliaia, che tramite bot facevano lievitare enormemente il proprio potenziale del profilo sul web.
Basta pagare e tutto arrivava. Adesso però, dopo questa mossa legale e tecnica di Instagram, non sarà più facilmente possibile. Almeno per un po’…

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0