Tempo di lettura: 1 Minuti

FuoriSede: quanto costa la vita?

FuoriSede: quanto costa la vita?

Recenti indagini ci indicano quale siano le città più care e quanto si spende in media. Gli studenti “ fuorisede ” secondo Federconsumatori, oggi son

Studiare costa: gli italiani non riescono a pagare l’università
Poca avventura e più sicurezza per le vacanze dei giovany
Ripetizioni, un problema di tutti

Recenti indagini ci indicano quale siano le città più care e quanto si spende in media.

Gli studenti “ fuorisede ” secondo Federconsumatori, oggi sono circa 600 mila. In Italia non mancano gli Atenei però gli studenti sono spesso indirizzati verso le migliori università del paese.

Sono anni che si parla di diritto allo studio, e man mano che si va avanti, per studiare bisogna avere sempre delle buone disponibilità economiche o fare dei grandi sacrifici, soprattutto se si è costretti ad andare via di casa per trasferirsi in un grande centro urbano.

A limitare i danni in qualche modo ci pensa l’ISEE, un indicatore utilizzato per valutare e confrontare la situazione economica dei vari nuclei familiari che intendono richiedere una prestazione sociale agevolata.
Viene utilizzato ad esempio per l’assegnazione delle tasse universitarie da pagare.

Oltre le spese relative alla casa ci sono quelle per i trasporti, i libri, il materiale didattico e le tasse universitarie,

gli studenti fuorisede devono sostenere una spesa media annua di 8.000,75 euro se decidono di condividere la propria camera con un’altra persona e di 9.297,47 euro se invece si considera la stanza singolaLa media nazionale degli affitti tocca quota 4.000 euro annui per la camera singola e 2.651 euro per la doppia in comune.

Dalla ricerca emerge che le città più care sono Milano e Roma seguite da Firenze, mentre quella dove si risparmia di più è Palermo.

Purtroppo sono poche però le politiche di sostegno per chi studia e molte di meno sono ancora le opportunità per garantirsi un futuro migliore.

Negli altri paesi dell’Unione Europea, seppur in condizioni economiche migliori, le università pubbliche hanno delle rette molto più accessibili ed esistono sussidi per chiunque abbia intenzione di studiare.

Per esempio nei Paesi Bassi a livello universitario le tasse possono essere pagate in rate mensili da 190 euro, coperte in parte dai 156 euro che fanno parte dei finanziamenti offerti agli universitari.

Molto fuorisede spesso sono costretti a trovarsi dei lavoretti per cercare in qualche modo di gravare meno sulle casse della famiglia. Questo però in alcuni casi non fa altro che allungare i tempi di permanenza lontano da casa.

#FacceCaso

Di Gianmarco Saulli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0