Tempo di lettura: 1 Minuti

Scholas cittadinanza a Palermo

Scholas cittadinanza a Palermo

Progetto “ Scholas Cittadinanza “ nel capoluogo siciliano. Voluto da Papa Francesco è un programma educativo che coinvolge 200 studenti. 200 ragazzi

Millennials e social: il rapporto regge ma si è allentato
UniTorino: sconti sulle tasse universitarie, ma non per i fuoricorso
Mondiali 2018: 10 espressioni inglesi da sapere

Progetto “ Scholas Cittadinanza “ nel capoluogo siciliano. Voluto da Papa Francesco è un programma educativo che coinvolge 200 studenti.

200 ragazzi di Palermo, tra i 15 e i 17 anni, con fede e nazionalità diverse, tutti per la Scholas Cittadinanza. Un’iniziativa promossa niente meno che da Papa Francesco, hanno aderito dieci scuole secondarie, sia pubbliche che private.
Oggi 9 febbraio terminerà il programma partito proprio a inizio mese, con la collaborazione del Miur. Oltre agli alunni siciliani anche alcuni studenti di Napoli, per trattare i temi di scuola, ma anche corruzione, disoccupazione, indifferenza sociale e familiare.

Tanti altri capitoli forti, pensati anche dal Papa, come la discriminazione e il bullismo, un insieme di tematiche da approfondire, soprattutto su un fronte. “Pregiudizio e della disoccupazione giovanile e della mancanza di opportunità”. Da qui sono partiti dibattiti, ricerche e raccolte di informazioni per presentare proprio oggi l’idea e dichiarazione d’impegno degli alunni.

Scholas non è infatti solo progetto. Nasce come fondazione, creata nelle periferie di Buenos Aires proprio quando l’odierno Papa era arcivescovo, con l’obiettivo di sviluppare educazione e crescita sociale, coinvolgendo ovviamente i più giovani attraverso sport e arte.

I giovani al centro delle attenzioni, soprattutto quelli meno fortunati, per un progetto che affronta, come realtà educativa, dinamiche in 190 Paesi e 446.133 istituti scolastici.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0