Tempo di lettura: 3 Minuti

Non chiamateli vandali, i writer sono artisti

Non chiamateli vandali, i writer sono artisti

Alla scoperta di Manuel Invisible, il giovane writer che ha stregato l'Europa e...l'Università di Cagliari. Ha la maschera, agisce di notte e a volte

Gli studenti della scuola di Skoda disegnano Element Concept
Il concorso fotografico promosso dall’ANSA ha i suoi vincitori: prima una 18enne
Sei indeciso sul tuo futuro? La parola chiave è orientamento

Alla scoperta di Manuel Invisible, il giovane writer che ha stregato l’Europa e…l’Università di Cagliari.

Ha la maschera, agisce di notte e a volte viola le leggi. No, non si tratta di Batman bensì di Manuel Invisible, uno dei writer più famosi d’Europa. La sua arma è la bomboletta e a suon di spruzzate (e anche di denunce purtroppo) si è conquistato l’approvazione della sua città natale: Cagliari.

L’Università locale, infatti, ha scelto di riservare un posto speciale ad un’opera di Manuel che verrà esposta nell’aula magna della Facoltà degli studi umanistici. Il perché di questa decisione ce lo spiega direttamente Maria Del Zompo, rettore dell’Università cagliaritana.

“Quella di Manuel è un’arte povera ma con un altissimo tasso di creatività: questo, d’altronde, è l’elemento cardine dell’insegnamento e della ricerca universitaria” ha dichiarato la Del Zompo. Ma l’arte di Manuel, purtroppo, non sempre viene riconosciuta.

Anzi, prima di diventare uno dei writer più affermati del continente, Invisible ha dovuto affrontare 5 processi venendo, per fortuna, sempre assolto. “I giudici hanno riconosciuto il valore artistico di miei lavori e hanno capito che non si trattava dei soliti atti vandalici” ha affermato Manuel.

D’altronde, nonostante le difficoltà, lui non ha mai mollato e in 15 anni ha completato più di 300 opere, colorando con le sue bombolette le strade di diverse città d’Europa. Tra queste spiccano Milano, Bologna, Venezia, Firenze e persino Londra, Bristol, Srebrenica, Bratislava e Berlino.

E se volete sapere quale sia il segreto del suo successo basta che leggiate i titoli dei suoi lavori: “perseveranza”, “resilienza”, “determinazione”, “dedizione”. Come si può intuire dai titoli delle sue opere, Manuel non è una persona di molte parole perché preferisce che siano le sue opere a parlare per lui lasciando gli altri semplicemente senza parole.

Quindi ricordati, se ti trovi in una di queste città che abbiamo appena elencato potresti imbatterti in una delle opere d’arte del writer Manuel Invisible. Perciò via i cellulari, testa alta e…FacceCaso.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0