Tempo di lettura: 3 Minuti

Divano in classe? A Pistoia il preside ha detto sì

Divano in classe? A Pistoia il preside ha detto sì

I ragazzi del Liceo Amedeo di Savoia di Pistoia possono fare lezione seduti su qualcosa di molto particolare, tipo un divano. La prima volta che ho v

In piazza anche gli studenti
Olimpiadi di Debater: Valeria Fedeli premia il confronto di opinioni
Uni da Oscar: il progetto più innovativo del mondo!

I ragazzi del Liceo Amedeo di Savoia di Pistoia possono fare lezione seduti su qualcosa di molto particolare, tipo un divano.

La prima volta che ho visto un divano in una scuola è stato a Wolfsburg, ridente città della Germania del Nord dove ho partecipato ad uno scambio interculturale. Mi ricordo che questa cosa mi sconvolse abbastanza, abituata a quelle seggioline scomode e ai banchi per me troppo bassi. Mi ricordo anche di questa ragazza che prima di entrare in classe, con nonchalance si è tolta le scarpe e si è raggomitolata sul divano.

Beh pare che anche a Pistoia sia arrivata la moda del divano a scuola, in una chiave ancora più creativa. Il divano come comfort ma anche come strumento per sentirsi a proprio agio. Proprio per questo al Liceo Scientifico Amedeo di Savoia il preside ha deciso di creare un spazio dove i ragazzi possono seguire le lezioni in tutta comodità, seduti su un divano o su un cuscino.

I ragazzi sembrano più rilassati e più contenti di fare lezione in un posto del genere, molto meno freddo rispetto alle aule classiche. Allo stesso tempo sono un grande stimolo per la concentrazione e per la partecipazione. Eh sì, perché pensate ad una lezione sul divano, è come se alzare la mano e intervenire con un’opinione sia molto più semplice. Sperando comunque che quei divani non vengano usati per un comodo pisolino. #SiScherza

Non è la prima iniziativa di questa scuola, dove da qualche tempo è stata allestita anche un’aula all’aperto con tanto di banchi e lavagna, per fare lezione fuori quando il tempo è clemente. Tutto per migliorare le ore che i ragazzi passano a scuola, per renderle piacevoli e simpatiche ma anche per favorire la partecipazione che altrimenti sarebbe vicino allo zero.

Un bel “complimenti” al preside dell’Amedeo di Savoia allora, davvero una gran #bellastoria.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0