Tempo di lettura: 3 Minuti

Esercizi fisici e di memoria, se fossero la stessa cosa?

Esercizi fisici e di memoria, se fossero la stessa cosa?

Recenti studi mostrano che l'attività fisica, oltre a far bene al nostro corpo, aiuta anche la nostra memoria e non solo. Vediamo insieme i benefici.

Ripresa delle scuole: la situazione in Europa (aspettando l’Italia)
“Mens sana in corpore sano” Stanford concorda
Sport, forse non è pigrizia, è solo allergia

Recenti studi mostrano che l’attività fisica, oltre a far bene al nostro corpo, aiuta anche la nostra memoria e non solo. Vediamo insieme i benefici.

Mens Sana in Corpore Sano scriveva Giovenale più di 2000 anni fa per sottolineare l’importanza dell’esercizio fisico, considerato alla pari di quello mentale. Nemmeno la mente brillante del poeta latino, però, poteva immaginare che un giorno saremmo arrivati non solo ad accostare ma addirittura ad intrecciare le due attività.

Diversi studi, infatti, hanno mostrato che l’attività fisica compiuta dai bambini, oltre ad aiutarli a non finire in sovrappeso, risulta fondamentale per la loro memoria, contribuendo a potenziarla. A confermare questo aspetto ci sarebbero anche le risonanze magnetiche effettuate sui bambini di età compresa tra i 9 e i 10 anni che hanno riscontrato un’estensione dell’area cerebrale dell’ippocampo in coloro che fanno sport.

Ma non è finita qui; l’attività motoria sembrerebbe essere anche un ottimo antidoto contro lo stress visto che il moto inibisce la produzione del cortisolo, uno degli ormoni che lo causa. Inoltre intensifica la produzione di alcuni neurotrasmettitori che procurano sensazioni di benessere e buonumore.

A questo punto sappiamo cosa vi state chiedendo: ma questi effetti si hanno anche sugli adulti? Stando ad una recente indagine dei ricercatori dell’associazione statunitense Mayo Clinic sembrerebbe di . In particolare una buona attività fisica, se praticata almeno due volte a settimana, può migliorare la memoria persino negli anziani affetti da disturbi cognitivi tipici della vecchiaia.

Questi benefici aumentano poi se si praticano sport fisicamente non troppo provanti e nei quali ci siano movimenti complessi da fare sia con la parte superiore che con quella inferiore del corpo. Un esempio in questo senso possono essere il tennis, la pallavolo o le arti marziali. Troppo duri dite? Beh, se volete migliorare la vostra memoria qualche sacrificio dovrete pur farlo, no?

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0