Tempo di lettura: 3 Minuti

Istituto professionale Colombo: prof cade da tre metri per aprire una finestra

Istituto professionale Colombo: prof cade da tre metri per aprire una finestra

Nonostante il professore sia stato immediatamente soccorso dai volontari della Croce rossa e poi trasportato all'ospedale in codice giallo, ha riporta




Alternanza scuola-lavoro e caos burocratico
L’ Italian Challenge Bowl 2017 è stato vinto da Rosalia Lo Bue e Francesco Rappisi
Più fondi per le università meno raggiungibili con i mezzi

Nonostante il professore sia stato immediatamente soccorso dai volontari della Croce rossa e poi trasportato all’ospedale in codice giallo, ha riportato delle ferite. #FacceCaso.

Ieri mattina alle 8:20, presso l’Istituto professionale Colombo a Livorno, un solaio all’esterno di un laboratorio d’informatica è crollato da tre metri colpendo un docente che ha riportato traumi alla schiena. L’insegnante di diritto ed economia, per aprire una finestra avrebbe scavalcato una ringhiera raggiungendo un ballatoio non praticabile, come riportato nei cartelli, perché una zona non idonea. Il peso del suo corpo avrebbe sfondato il cartongesso e il docente è caduto al piano sottostante.

Nonostante il professore sia stato immediatamente soccorso dai volontari della Croce rossa e poi trasportato all’ospedale in codice giallo, ha riportato delle ferite. La scuola ha fatto sapere che le finestre potranno essere aperte solo dai custodi.

“Stando alle prime ricostruzioni sarebbe stato il docente a commettere un’imprudenza, recandosi in un posto in cui non avrebbe dovuto accedere, visto che sono in corso alcuni lavori di ristrutturazione”. Ha commentato su Facebook il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin.

“A scanso equivoci, chiariamo subito che questa è una scuola superiore e la sua manutenzione è dunque in capo alla Provincia. Ma il punto fondamentale è un altro: il patrimonio scolastico del nostro Paese ha un disperato bisogno di manutenzione e questo significa che gli investimenti non possono più essere rimandati. Se vogliamo davvero garantire la sicurezza di chi frequenta le nostre scuole, è necessario che il governo investa con decisione”. Ha aggiunto il primo cittadino.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0