Tempo di lettura: 3 Minuti

Italiani sempre più social, 3 attività alle quali dedichiamo meno tempo

Italiani sempre più social, 3 attività alle quali dedichiamo meno tempo

Da un rapporto reso pubblico da WeAreSocial emerge come gli italiani dedichino sempre più tempo ai social, sottraendolo ad altre importanti attività.

Un robot sommelier progettato da studenti italiani
Dalla scuola alla banca: BNL apre alle scuole superiori
Domenica da Serie TV e Film del Caso: il nostro BestOf #28 – School Edition

Da un rapporto reso pubblico da WeAreSocial emerge come gli italiani dedichino sempre più tempo ai social, sottraendolo ad altre importanti attività.

Ormai si sa, i social network stanno invadendo sempre di più la nostra quotidianità, il nostro tempo. A confermarlo è WeAreSocial, un’agenzia internazionale che ha appena pubblicato i risultati di Digital 2019. Si tratta di un’indagine condotta in collaborazione con Hootsuite, azienda di social media management.

Dallo studio in questione, che offre un quadro chiaro della situazione digitale, emerge che nel 2018 sono stati oltre 35 milioni gli italiani attivi sui social (più o meno 3 su 5). In media ciascuno di loro ci ha passato circa 2 ore al giorno. Un lasso di tempo assurdo se pensiamo che alle tre attività che vi stiamo per elencare dedichiamo molto meno attenzione (da un punto di vista quantitativo).

Cucinare

Sarà per via dell’avvento dei fast food o di quello del più moderno Just Eat ma sta di fatto che alla cucina, nel 2017, gli italiani hanno dedicato mediamente appena 1,5 ore al giorno. E’ il risultato di una ricerca dell’IPSOS pubblicata da Coldiretti. L’indagine ha rilevato però anche un aumento del 20% del tempo trascorso davanti ai fornelli rispetto al 2016. Merito dei “cooking show” di Sky?

Studiare

In questo caso è difficile dare una cifra precisa perché, come sappiamo, c’è chi studia troppo e c’è chi invece studia troppo poco. Basandoci su un’indagine statistica effettuata dall’ormai celebre sito Skuola.net su un campione di oltre 5000 ragazzi, possiamo comunque dire che il 30% degli studenti passa sui libri non più di 1 ora al giorno e che la metà di loro studia al massimo per 2 ore.

Leggere

Questo è sicuramente il dato più preoccupante. Stando ad un rapporto di Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, gli italiani dedicano alla lettura di libri o giornali appena 5 minuti al giorno. I dati fanno riferimento all’anno 2016. Ora la sensazione è che il tempo dedicato a questa attività sia ulteriormente diminuito, forse, chissà, proprio a causa dei social network.

E tu quanto tempo dedichi ai social? Più o meno di quello che dedichi allo studio o alla lettura? Faccelo sapere e ovviamente FacceCaso a non esagerare.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0